Iscriviti a mipiacemifabene ;-)

Facebook

giovedì 6 febbraio 2020

Giornata contro lo spreco alimentare


Buongiorno :-) Ieri è stata la giornata contro lo spreco alimentare. Sai che 1/3 del cibo prodotto nel mondo viene buttato? Incredibile vero?! Ne viene prodotto molto di più di quanto ne serva e dall’altra parte del globo c’è chi ancora non ha accesso al cibo e muore di fame. La malnutrizione dilaga per eccesso e per difetto. L’uomo è un cacciatore e raccoglitore, ha attraversato periodi di carestie e quando trova del cibo, la sua memoria genetica gli suggerisce di accaparrarselo anche quando non ne ha bisogno perché non si sa mai… Il problema è che oggi ne siamo circondati e lo possiamo trovare ovunque, siamo sottoposti a immagini che lo propongono in modo attraente sotto forma di “prodotto” ed è facile recarsi al supermercato più vicino per procurarselo e portarlo a casa. Quante volte ti è capitato di andare al supermercato con l’idea di prendere 2 cose e uscire col carrello pieno?! A me diverse volte, non sono certo perfetta ma nel tempo e con l’esperienza sto cercando di migliorare. La domanda che ci dobbiamo fare ogni volta che andiamo a fare la spesa e stiamo per comprare una cosa è: “mi serve davvero”? Nel dubbio, lascia perdere e orientati sempre e comunque su ciò che è necessario e su generi alimentari rispettosi dell’ambiente come i cereali integrali, legumi, semi e noci, se è possibile bio, senza imballaggi “pesanti” da smaltire, come la plastica, oggi diventata davvero insostenibile. Non dissipare, autoproduci, fai il pane in casa, congela o fai essiccare frutta e verdura prima che avvizzisca, ricicla gli avanzi in modo creativo; sul mio blog e sui miei libri troverai tante ricette dedicate. Gli ingredienti secchi sono prodotti a lunga scadenza e difficilmente li butterai, visto che potranno giacere nella tua dispensa per un tempo dilatato. Cerca di mantenere ordinata la dispensa, fai pulizia e metti in prima linea i prodotti con la scadenza più vicina o quelli già aperti. Riutilizza vasetti di vetro per custodire il cibo, si manterranno più freschi. Sembra impossibile potere contrastare certe dinamiche ma tutti nel nostro piccolo possiamo fare qualcosa per dimostrare a noi e agli altri che certi meccanismi si possono contrastare anche con piccoli gesti nella nostra quotidianità. Apri il frigo, vedi qualcosa che non hai ancora utilizzato? Allora prendilo e abbinalo con altri ingredienti che troverai nella tua dispensa, sono sicura che anche qua scoverai qualche ingrediente con l’urgenza di essere utilizzato. Un esempio? Ieri mi sembrava di non avere niente in casa; ho pensato un minuto e rovistato un pò… Ho trovato della farina di semola di grano duro aperta da qualche settimana, in frigo c’era un uovo prossimo alla scadenza, ho raccolto delle erbe nell’orto e così sono nati questi deliziosi ravioli che vedete in foto. Un’altra ricetta? Cosa ne dite di queste meravigliose sfoglie croccanti di pane raffermo?  Poi ci sono le polpette che nella maggior parte dei casi nascono da un ingrediente avanzato in frigo come cereali e legumi cotti, magari troppo poco come quantitativo per preparare una portata per il mio nucleo familiare ma perfetto come base per delle crocchette. Vivete l’avanzo come una possibilità e vi si apriranno molte strade. Mipiacemifabene contrasta anche lo spreco alimentare. Grazie per avere letto fino in fondo. Alla prossima ricetta! Federica
Se vuoi puoi seguirmi su:
INSTAGRAM 
FACEBOOK 
YOUTUBE
Il mio libro appena uscito "PIATTO SANO QUOTIDIANO" Macro 
Il mio primo libro "PIÙ RICETTE SANE MENO RICETTE MEDICHE" Macro 
Per info e collaborazioni info@mipiacemifabene.com





2 commenti: