Iscriviti a mipiacemifabene ;-)

Facebook

giovedì 19 aprile 2018

Medaglioni d'Orzo e Legumi




Buongiorno :-) Devo essere sincera con voi, questo post non era previsto, ne avrei altri in programma ma qualche giorno fa, ho preparato i medaglioni d'orzo che vedete qua sopra e già al primo assaggio hanno conquistato la sottoscritta, successivamente hanno riscosso successo anche in famiglia... Il fatto è che oltre alla buona resa, gli ingredienti sono pochissimi ed è estremamente facile prepararli, così ci è "scappata" la foto... Eccomi qua dunque a lasciarvi l'occorrente e qualche dritta per preparare a casa vostra un ottimo piatto che non ha nulla da invidiare ai burger vegetariani e vegani che giacciono nei banchi frigo ormai di tutti i supermercati, tristemente fasciati nella plastica e cartoni con una lunga lista di ingredienti, a volte scadenti, mentre questi medaglioni vantano materia prima semplice e di qualità, sono estremamente economici, ecologici, biologici, gustosi e possono rappresentare una valida e sana alternativa ai prodotti industriali. Tra l'altro, da che il mondo è mondo, l'abbinamento cereali e legumi rappresenta un connubio perfetto per la nostra alimentazione, regalandoci carboidrati, proteine, vitamine e in sostanza un pasto completo ed equilibrato. Se volete potete raddoppiare le dosi e congelarli così vi assicurerete un piatto pronto anche quando il tempo cerca di farvi inciampare in cibi pronti tutt'altro che salutari. Ecco gli ingredienti che occorrono nel dettaglio...

Ingredienti per circa 7 pezzi:
200 g di orzo decorticato bio
100 g di fagioli cannellini o borlotti cotti e scolati
420 g di acqua
1 pizzico di aglio in polvere 8 (o 1 spicchio di aglio fresco tritato)
1 cucchiaio di cipolla essiccata (o 1/2 cipolla fresca tritata)
2 cucchiai di prezzemolo finemente tritato
Il succo filtrato di 1/2 limone 
Sale marino integrale
Pepe qb
Olio di girasole o di germe di mais bio per cuocere 
Senape per servire

Procedimento:
Lava accuratamente l'orzo e scolalo. Trasferiscilo in un pentolino insieme all'acqua leggermente salata, porta a bollore, abbassa il fuoco, poni un coperchio e cuoci fino a totale assorbimento; l'orzo dovrà essere quasi asciutto e il chicco aperto. Lascia intiepidire. Trasferisci in un robot, aggiungi i fagioli, l'aglio, la cipolla, il prezzemolo, il succo di limone, il sale, il pepe e frulla fino ad ottenere un composto lavorabile ma dalla consistenza un pò rustica. Dividi l'impasto in 6 o 7 pezzi, se non hai dimestichezza in cucina puoi fare pezzi più piccoli così eviterai di romperli in cottura. Con le mani umide forma i medaglioni compattandoli bene. Cuocili con un goccio di olio in una padella antiaderente dal fondo spesso da entrambi i lati fino a doratura. Trasferiscili in un piatto e servili con della senape di qualità senza zucchero aggiunto (io uso questa, è ottima. La trovo alla Coop e alla Conad) o con maionese di soia, ecco come prepararla in pochi gesti. Spero tanto che i miei medaglioni d'orzo siano di vostro gradimento, vi posso assicurare che è una ricetta che... Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima! 

Ecco dove puoi trovarmi:

Per vedere tutte le mie foto e seguire le mie dirette seguimi su INSTAGRAM!

Su Facebook dove potrai vedere i miei aggiornamenti quotidiani

Ti puoi iscrivere al mio canale YouTube mipiacemifabenetv per seguire tutte le mie video ricette

Il mio libro "Più Ricette Sane Meno Ricette mediche" Macro Edizioni 

martedì 10 aprile 2018

Torta della Nonna... Ultracentenaria ;-) - I Limoni per la Ricerca Fondazione Veronesi




Buongiorno :-) Oggi vi lascio una ricetta speciale dal contenuto extra (e non mi riferisco solo al cuore di voluttuosa crema al limone del ripieno)… Nel mio blog propongo come sempre per missione, ricette sane e libere da zuccheri raffinati e alternativi, dando spazio principalmente a ingredienti stagionali e prevalentemente vegetali. Per non sbagliare seguo le linee guida stilate dall’OMS per la prevenzione del cancro.
Per questo ho deciso di sostenere un nobile progetto di Fondazione Umberto Veronesi. Clicca qua per saperne di più
Questo mio post vuole essere un invito per tutte/i voi:
Dal 4 al 22 aprile sarà possibile acquistare in molti supermercati italiani i limoni a sostegno di medici e ricercatori che hanno deciso di dedicare la propria vita allo studio e alla cura di numerose patologie oncologiche. Potete trovare la lista completa e aggiornata dei supermercati che perorano la buona causa, sul sito www.fondazioneveronesi.it
Sostenere la ricerca di Fondazione Veronesi, acquistando una rete di limoni è un gesto umanamente utile, così tutti potremo dire di avere contribuito a migliorare l’aspettativa di vita nostra e dell’umanità intera. QUI potete trovate tutti gli altri testimonial che hanno aderito al progetto. Sperando di avere fatto una buona informazione, di avervi dato un buon motivo per partecipare al progetto, vi ringrazio regalandovi la mia ricetta; la Torta della Nonna… Ultracentenaria ;-)

VIDEO RICETTA



Per la ricetta ho utilizzato una teglia da 28 cm di diametro, 3 cm circa di altezza
Ingredienti per la crema:
150 g di datteri Madjoul non trattati
110 g di farina tipo 1
1 l di latte di riso integrale
1 limone al naturale (scorza)
1/3 di cucchiaino di vaniglia naturale
1/3 di cucchiaino di curcuma

Ingredienti per la pasta e il topping:
500 g di farina tipo 1
1 limone non trattato (scorza)
1/3 di cucchiaino di vaniglia
1/3 di cucchiaino di curcuma
1 cucchiaino raso di lievito a base di cremortartaro
220 g di latte di riso integrale o succo di mela limpido
90 g di olio di girasole bio deodorato o di riso o germe di mais
Pinoli qb
Farina di cocco qb

Procedimento per la crema:
Frulla finemente il tutto poi trasferisci in un pentolino, metti sul fuoco, porta a bollore mescolando e fai cuocere per 5 minuti circa. Lascia raffreddare.

Procedimento per la pasta:
Setaccia la farina in una ciotola, unisci la scorza di limone grattugiata, la vaniglia, la curcuma, il lievito e mescola il tutto. Mescola gli ingredienti liquidi, aggiungi al resto, mescola con un cucchiaio e impasta fino ad ottenere una pagnotta dalla consistenza elastica. Copri con un piatto e lascia riposare per 30 minuti circa. Prendi 2/3 di impasto, stendilo con un matterello su una spianatoia spolverata con un pò di farina fino a raggiungere uno spessore di 7 mm circa poi trasferisci in una tortiera con un bordo e foderala interamente con la pasta. Versa la crema al suo interno, stendi l’altra parte di impasto, rifila e sigilla bene i bordi in modo da non fare fuoriuscire la crema in cottura. Massaggia la superficie con le mani umide in modo da fare aderire i pinoli. Inforna a 180° in modalità statico per 45 minuti circa. Lascia raffreddare completamente prima di servire per dare tempo alla crema di addensarsi e spolvera con la farina fine di cocco. Si conserva in frigo per 3 giorni circa. Una ricetta deliziosa e sana che neanche a dirlo… Mipiacemifabene ;-) Grazie e alla prossima ricetta!

Per vedere tutte le mie foto e seguire le mie dirette seguimi su INSTAGRAM!

Se vuoi mi trovi anche su FACEBOOK dove potrai vedere i miei aggiornamenti quotidiani

Il mio libro "Più Ricette Sane Meno Ricette mediche" Macro Edizioni 



lunedì 26 marzo 2018

Patè Freddo di Cannellini - 3 Ricette in 1 - Vegan Recipes








Buongiorno :-) Oggi vi propongo una nuova ricetta gustosa, sana e versatile che ho suggerito nella mia rubrica a "Miracolo Italiano" trasmissione condotta da Laura Piazzi (LaLaura) e Fabio Canino, in onda su Radio RAI 2 (se volete riascoltare il mio intervento questo è il link MIRACOLO ITALIANO del 25/03/2018 - Parte 4). Un semplice ma non banale patè freddo di cannellini che ricorda quasi una salsa tonnata e che si presta a svariate preparazioni, io la adoro per farcire panini, idea super per un picnic o una gita pasquale fuori porta, ottima per accompagnare cuditè di verdure e per aprire un pasto elegante o informale e speciale per condire la pasta a caldo o a freddo ma le strade di questo patè sono quasi infinite :-D Come sempre una ricetta che rispetta le Linee Guida dell'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), che consiglia di privilegiare i vegetali, in questa ricetta in particolare i protagonisti indiscussi sono proprio i legumi, naturale fonte proteica, aiutano tra le altre cose ad abbassare i livelli di colesterolo cattivo e a mantenerci in forma deliziandoci con il loro gusto ricco e al contempo delicato. Il bello è che in questo caso non occorre neanche pesare gli ingredienti! Si può andare tranquillamente a "sentimento" :-D Ok, ora vi trascrivo la ricetta e vi lascio al video.
Buona Pasqua e BUONA VISIONE!




Ingredienti:
1 vasetto di cannellini scolati
1 cucchiaio di olio extravergine 
1 cucchiaio di succo di limone
1 o 2 cucchiai d’acqua 
1 carota a julienne
1 cucchiaio di sedano tritato
1 cucchiaio di capperi tritati
1 cucchiaio di cipollotto fresco tritato (ottima anche la parte verde)
1 cucchiaino di senape di qualità (senza zucchero)
1 cucchiaino di origano
1 cucchiaio raso di prezzemolo tritato
Sale marino integrale qb
Pepe macinato qb

Procedimento:
Condite i fagioli cannellini l'olio, il succo di limone, il sale e il pepe e schiacciateli con la forchetta per ottenere una consistenza rustica e non troppo vellutata. Unite la carota, il sedano, i capperi, il cipollotto fresco, la senape, insaporite con origano e prezzemolo e mescolate il tutto. Ottima per accompagnare cruditè di verdure, imbottire panini, condire la pasta e tutto quello che la fantasia vi suggerisce! Una ricetta che Mipiacemifabene ;-)

Se il video è di vostro gradimento mi piacerebbe lo condivideste sui social, se vi iscriveste al mio canale YouTube e se metteste un like.

Potete seguirmi tutti i giorni su Instagram https://www.instagram.com/federicagif/

e sulla mia pagina di gradimento facebook https://www.facebook.com/mipiacemifabene
siete sempre benvenute/i

Se le centinaia di ricette raccolte nel blog non vi dovessero bastare e amate i libri di cucina con foto dei piatti, non posso che consigliarvi il mio ;-) "Più Ricette Sane Meno Ricette mediche" Macro Edizioni https://www.amazon.it/ricette-sane-meno-mediche-Mipiacemifabene/dp/8862297335

Grazie a tutte/i 
Federica

venerdì 23 febbraio 2018

What I Eat in a Day - Macrobiotico - Low Cost - Vegan - Healthy


Buongiorno e Benvenute in un nuovo What I Eat in a Day! Questa volta vi mostro come preparare un piatto filomacrobiotico a basso costo e senza spechi. Siccome ho voluto documentare una vera giornata, non vi prometto fuochi d’artificio per la colazione… Infatti, visto che avevo i minuti contati ho fatto una colazione frugale con i biscotti alla nocciola acquistati al macrobiotico. Devo ammettere che il costo dei prodotti da forno della bottega macrobiotica sono piuttosto elevati ma come potrete constatare voi stesse nel video, gli ingredienti sono buoni e di ottima qualità, inoltre 300 g di biscotti (peso della confezione) riesco a distribuirli in circa 7 porzioni. Molto difficile trovare biscotti senza zucchero o dolcificanti... Tempo fa li avevo provati di una marca che ora non sto a dirvi, ma costavano molto di più considerando anche il fatto che la confezione era davvero scarsa… Questi come primo ingrediente hanno farina di grani antichi semintegrale tipo 2 macinata a pietra, nocciole, malto, farina d’orzo, pasta madre e olio extravergine d’oliva e sono i migliori che ho trovato ma se voi ne provate di più buoni qualitativamente parlando, mi farebbe piacere se me lo comunicaste. Ci tengo comunque a dirvi che questo tipo di prodotti, seppure ottimi, preferisco lasciarli all’occasionalità e scegliere di preparare personalmente i miei pasti ma il tempo a volte è tiranno per tutti e trovo utile raccontarvi come me la cavo personalmente anche in queste situazioni. Per quanto riguarda il pranzo ho pensato di prepararmi un buon risotto; scelgo l’integrale perché è naturalmente ricco di fibre, ha proprietà antinfiammatorie, è maggiormente saziante e anche perché mi piace di più! Quando ho il tempo risicato, cerco di prepararmi un piatto completo così ho unito al cereale le lenticchie decorticate che richiedono una cottura breve e conferiscono corposità e consistenza al nostro risotto. Cerco poi di associare nel piatto anche qualcosa di crudo, come insalata condita con olio e aceto, semi non tostati che vario sempre; questo perché, mangiare a fine pasto anche una piccola quantità di cibo crudo favorisce la digestione grazie proprio a quelli che chiamiamo “batteri buoni”. Se volete potete anche unire alle vostre insalate un cucchiaio di verdure fermentate e provare a consumare spesso la zuppa di miso (di cui vi ho lasciato la ricetta) con la quale vi consiglio di aprire i vostri pasti. Importante è che, sia il miso, sia le verdure fermentate non siano pastorizzate così saranno attivi e andranno a rinforzare la vostra flora intestinale a vantaggio dello stato di salute generale. Come avrete notato, ho utilizzato anche le foglie esterne del cavolfiore; se le verdure sono biologiche e di qualità, non c’è motivo di buttarle infatti sono ottime nelle zuppe e contengono anch’esse vitamine e sali minerali preziosi. Ho fatto lo stesso col porro, utilizzando la parte più tenera per la farinata di ceci e le parti esterne più verdi per la zuppa… Della serie non si butta via niente! La verdura è davvero un toccasana che aiuta a prevenire molte malattie, per questo è bene mangiarla ogni giorno, seguire la stagionalità e variarne le qualità. Avete visto quante ne ho utilizzate?! Non credo di ricordarle tutte ma almeno 7 differenti e tutte di questo periodo. Io consiglio il biologico e vi garantisco che se acquistate dagli agricoltori diretti della vostra zona, costano meno di quelle non bio che trovate nei normali supermercati, quindi risparmierete anche! Inoltre saranno a chilometro (quasi) zero e non porterete a casa tutto quel cellophane e vaschette di plastica che stanno tanto antipatiche a me e all'ambiente... Beh, che altro aggiungere?! Spero che questo video vi possa essere utile, che lo troviate interessante o che semplicemente vi faccia passare qualche minuto di leggerezza e che possiate trarne qualche spunto per i vostri pasti. E dopo questa introduzione io direi di lasciarvi al video!!! Fatemi sapere se vi piace e condividetelo sui social se vi va. Se volete potete iscrivervi al mio canale YouTube per vedere i video in anteprima. Ed ora… BUONA VISIONE!



COLAZIONE
2 biscotti macrobiotici 
1 tazza di caffè (orzo, caffè arabica equo e solidale, 1/2 cucchiaino di semi di anice)

PRANZO

Ingredienti per la zuppa di miso 5 porzioni:
2 carote tritate
1/2 porro tritato
1 cucchiaio di sedano tritato
Le foglie esterne tritate di un cavolfiore
3 cucchiai di cereali in fiocchi
1 pizzico di sale marino integrale
Acqua qb
1 cucchiaino di miso non pastorizzato

Procedimento per la zuppa di miso:

Unisci le verdure ai cereali, copri con acqua, aggiungi il sale, porta a bollore e cuoci per 15 minuti circa. Spegni il fuoco e attendi qualche minuto, stempera il miso con poca acqua per scioglierlo al meglio e mescola il tutto alla zuppa. Servi calda o tiepida.

Ingredienti per il risotto integrale 3 porzioni:

210 g di riso integrale lavato e scolato
90 g di lenticchie rosse decorticate bio Ristorante Ferramenta
1/2 cipolla rossa affettata
2 manciate di verza tritata
650 g di acqua bollente
1 pizzico di sale marino integrale

Procedimento per il risotto integrale:

Metti all’interno di una pentola il riso integrale, le lenticchie, la cipolla, la verza, aggiungi l’acqua, il sale, porta a bollore, abbassa il fuoco, copri e cuoci per circa 35 minuti. Lascia riposare qualche minuto prima di servire.

Contorno:

Cavolfiore saltato in olio evo e un goccio di acqua, sfumato con aceto di mele, condito con un pizzico di sale marino integrale. Insalata pan di zucchero condita a piacere con sesamo nero.



MERENDA:

1 yogurt di soia al naturale con bacche di goji e qualche mandorla

CENA

Ingredienti per la farinata di ceci 3 porzioni:
100 g di farina di ceci setacciata
1 pizzico di sale marino integrale
1 pizzico di noce moscata
1/3 di cucchiaino di curcuma
200 g di acqua 
Lascia riposare minimo 1 ora
2 manciate di cappuccio affettato sottilmente
1/2 porro affettato
Olio evo qb
Sale marino integrale qb

Procedimento per la farinata di ceci:

Fai stufare le verdure in una padella antiaderente con un goccio di acqua, olio evo e sale. Aggiungi la pastella di ceci, corpi col coperchio e cuoci 8 minuti circa per lato. Servi calda con una spolverata di aglio orsino e accompagna a una porzione di insalata condita con salsa tahin, semi di zucca, una fettina di pane integrale e una ciotola di zuppa di miso… Un What I Eat in a Day che Mipiacemifabene ;-)



Per vedere tutte le mie foto e seguire le mie dirette seguimi su INSTAGRAM!

Se vuoi mi trovi anche su Facebook dove potrai vedere i miei aggiornamenti quotidiani

Il mio libro "Più Ricette Sane Meno Ricette mediche" Macro Edizioni

Se vi siete persi i miei ultimi video eccoli qui!

What I Eat in a Day #8 Organizzazione senza sprechi - Vegan Healthy

What I Eat in a Day - City Life Milano

What I Eat in a Day #7 - Piatti Completi Veganfriendly

Raw Fruit Jam Express - Marmellata Cruda Espressa

WHAT I EAT IN A DAY #6 - Healthy, Vegan & Sugarfree

Waffles D'Avena Veg e Sugarfree

Contatti: info@mipiacemifabene.com

sabato 10 febbraio 2018

What I Eat in a Day #8 Organizzazione Senza Sprechi


Ciao, benvenute/i in un nuovo What I Eat in a Day! Oggi vi faccio vedere cosa ho mangiato in una giornata infrasettimanale, cercando ti trasmettervi qualche pillola di organizzazione e ottimizzazione degli avanzi, per una cucina vegetale senza sprechi nel rispetto della stagionalità, con tanti vantaggi per risparmio, salute e gusto. Per la colazione il mio waffle d'avena con qualche modifica, farcito con frutta secca e una deliziosa crema al cacao e nocciole... Per pranzo un più classico piatto misto; una quasi classica pasta integrale alle cime di rapa, lenticchie stufate e per cena degli ottimi burger vegetali a base di riso integrale e lenticchie, queste ultime recuperate dal pranzo ;-) Insomma una cucina facile e veloce per sopravvivere durante la settimana anche quando si va di corsa! I MIEI CONSIGLI:

1) La domenica o il lunedì cuocete un cereale integrale in abbondanza.

2) Scegliete un legume e dopo averlo tenuto a bagno cuocetelo a pressione.

3) Lavate l'insalata, asciugatela bene con una centrifuga.

Il tutto si conserva all'interno di un contenitore in frigo per 3-4 giorni e si rivelerà di grande aiuto per l'organizzazione settimanale!

Spero tanto che il video vi piaccia e che magari possiate trarne qualche spunto utile e interessante, se così fosse, mi farebbe piacere se metteste un like e vi iscriveste al mio canale youtube.  Se vi va potete anche condividerlo e seguirmi su facebook, Instagram ma in primis sul blog, dove potrete trovare queste ed altre ricette gustose e salutari, compresa una sezione interamente dedicata ai dolci senza zucchero!
www.mipiacemifabene.com
Ed ora non mi resta che augurarvi BUONA VISIONE! (continua a leggere)




Waffles d'Avena sugarfree:
110 g di fiocchi d'avena
1 cucchiaio di semi di lino macinati
1 scorretta di limone bio
1 cucchiaio di uvetta tritata al coltello
1 pizzico di vaniglia naturale
200 g di latte di riso o di avena
Mandorle nocciole pistacchi tritati qb

Ingredienti per la crema al cacao:
1 cucchiaino di crema di nocciole 100%
1 cucchiaino di cacao amaro
2 cucchiai circa di latte di riso o di avena

Procedimento per i waffles e la crema al cacao:
Versa i fiocchi d'avena in un robot da cucina insieme ai semi di lino, la scorza di limone, la vaniglia e frulla il tutto fino ad ottenere una farina rustica. Trasferisci in una ciotola e aggiungi il latte vegetale, l'uvetta tritata e mescola bene. Scalda la piastra per waffles, quando arriva a temperatura distribuisci la pastella e cuoci per 10 minuti circa. 

Ingredienti per la crema al cacao:
Mescola la crema di nocciole, il cacao e il latte vegetale e farcisci i waffles distribuendo anche la frutta secca. 

Se vuoi puoi preparare i waffles in doppie dosi, lasciali raffreddare e successivamente puoi conservarli in un sacchetto gelo all'interno del frigo, ti faranno dolce compagnia per 3 giorni circa.



Ingredienti per le lenticchie stufate:
200 g di lenticchie mignon secche
50 g di carota tritata
50 g di cipolla tritata
50 g di sedano tritato
1 spicchio d'aglio tritato
1 cucchiaino di sale marino integrale
1 cucchiaino di basilico secco
250 g di passata di pomodoro
600 g di acqua
1 foglia di alloro
2 cucchiai di olio evo
Pepe qb

Procedimento:
Lava le lenticchie in un colino a trama fitta, scolale bene e trasferiscile in pentola pressione insieme a due cucchiai di olio extravergine di oliva, alle verdure tritate, al sale, al basilico, alla passata di pomodoro, all’acqua, alla foglia dl’alloro e chiudi col coperchio. Quando la pentola raggiungerà la pressione, abbassa al minimo e cuoci per 20 minuti. Lascia cuocere senza coperchio mescolando di tanto in tanto facendo evaporare i liquidi. Condisci con l'olio extravergine e una macinata di pepe. 



Ingredienti per circa 7 burger di riso integrale e lenticchie:
300 g di riso integrale cotto
300 g di lenticchie cotte (stufate o in barattolo scolate)
50 g di fiocchi di segale o di altri cereali
1 cucchiaio raso di aglio orsino o prezzemolo o erba cipollina
1 pizzico di sale marino integrale
Olio evo qb per cuocere
Pepe qb

Procedimento:
Metti il riso, le lenticchie, i fiocchi di cereali, l'aglio orsino, un pizzico di sale e frulla tutto per qualche secondo fino ad ottenere una consistenza lavorabile. Forma i burger aiutandoti eventualmente con un coppa pasta e cuoci da entrambi i lati in una padella antiaderenti in ottimo stato fino a doratura. Spolvera con sale e pepe e servi con insalata fresca... Mipiacemifabene ;-)

Per vedere tutte le mie foto e seguire le mie dirette seguimi su INSTAGRAM!

Se vuoi mi trovi anche su FACEBOOK dove potrai vedere i miei aggiornamenti quotidiani.

Il mio libro "Più Ricette Sane Meno Ricette mediche" Macro Edizioni

Se vi siete persi i miei ultimi video eccoli qui!

What I Eat in a Day #7

Crocchette di Zucca e Miglio

Raw Fruit Jam Express - Marmellata Cruda Espressa

Le Fette del Mattino

I Panzerotti Antidepressione del Prof. Berrino

Waffles D'Avena Veg e Sugarfree

What I eat in a day #1

Crumble con Crema al "Mascalzone"

What I Eat In a Day #2

What I eEat in a Day #4

What I Eat in a Day #5 - Vegan Meals Mipiacemifabene ;-) 

Contatti: info@mipiacemifabene.com

mercoledì 31 gennaio 2018

What I Eat in a Day - City Life - VIDEO


Buongiorno :-) Eccomi con un nuovo What I Eat in a Day, questa volta un pò diverso dai soliti... In occasione di un "tour de force" a Milano, ho pensato di raccontarvi la mia esperienza gastronomica... Ma secondo voi, si può mangiare relativamente sano all'interno di un centro commerciale!? La risposta è SI, basta sapere scegliere ;-) Sono stata a City Life, un quartiere all'avanguardia con un centro appena nato, confortevole e ben organizzato, dove è possibile anche isolarsi per leggere, lavorare, in cui ho avuto modo di assaggiare diversi piatti in svariati luoghi di ristorazione e personalmente ho realizzato che c'è davvero tanta offerta e mai come oggi è indispensabile sapersi orientare e riuscire a limitarsi... Io non frequento abitualmente luoghi di questo tipo ma capita di doversi districare anche in queste situazioni, soprattutto se si vive nelle grandi città o se ci si sposta per lavoro; il mio obbiettivo e suggerimento è sempre quello di preferire il cibo puro e semplice della nostra mediterraneità e non cedere alle lusinghe del cibo pronto per non diventare vittime del consumismo. Sono troppo legata alla campagna e non riesco a starne lontana a lungo ma anche in questi luoghi si deve sopravvivere e bisogna farlo in maniera dignitosa... Voi ci siete state? Lasciatemi la vostra esperienza e suggerimenti nei commenti. Grazie e BUONA VISIONE! Se il video vi piace mi farebbe piacere se metteste un like e vi iscriveste al mio canale YouTube e se vi va seguitemi sui Social; vi lascio i LINK di seguito. Ciao alla prossima! Federica :-)
INSTAGRAM
FACEBOOK
IL MIO LIBRO "Più Ricette Sane Meno Ricette mediche" Macro Edizioni 

lunedì 22 gennaio 2018

Mega Pancake Mele e Noci Sugarfree


Buongiorno :-) È iniziata una nuova settimana e ho deciso di partire alla grande con questo mega pancake mele e noci! La foto è senza pretese perché l'ho scattata col telefono ma visto che me l'avete richiesta in tantissime/i, ho deciso di non andare troppo per il sottile e badare essenzialmente alla sostanza :-) Come sempre la ricetta è completamente libera da zucchero raffinato, da dolcificanti alternativi ed è tutta vegetale. Una colazione energetica e appagante che cede zuccheri lentamente grazie all'impiego di farine non raffinate, la sinergia con le vitamine e le fibre della frutta fresca e disidratata e i preziosi Omega3 delle noci. La base non è così diversa da altri pancakes che vi ho proposto precedentemente ma la differenza fondamentale è la cottura; infatti per prepararlo occorre munirsi di un pentolino antiaderente con il bordo non svasato (io l'ho trovato alla Conad), altrettanto fondamentale è il coperchio che vi servirà per creare una camera di calore per rendere omogenea la cottura. Vi consiglio di prepararlo la sera prima per due motivi: il primo è che tutte le torte o i dolci senza zucchero ma a base di frutta, si impreziosiscono con qualche ora di riposo, il secondo motivo è che la cottura richiede più tempo rispetto ai classici pancakes e al mattino (ahinoi) si va sempre un pò di corsa. Ma ora credo sia giunto il momento di lasciarvi la ricetta...



Ingredienti:
100 g di farina semintegrale tipo 1
20 g di farina di riso integrale o di grano saraceno
1/2 cucchiaino di lievito a base di cremortartaro 
1/3 di cucchiaino di vaniglia in polvere
1 cucchiaio raso di semi di chia (o di semi di lino macinati)
150 g di mela sbucciata senza torsolo 
6 noci sgusciate
1 cucchiaino di scorza grattugiata di limone bio
1 cucchiaio colmo di uvetta
230 g di latte vegetale (di riso se gradite un sapore più dolce di soia per un maggiore apporto proteico)
1 cucchiaio di olio di girasole o di germe di mais bio spremuti a freddo

Procedimento:
Ungi il pentolino con le dita e distribuisci sul fondo, in senso circolare mezza mela a fettine e le noci sui bordi. Setaccia le farine, il lievito, la vaniglia, unisci i semi di chia o di lino, aggiungi l'altra mezza mela a piccoli cubetti, la scorza di limone e l'uvetta. Unisci il latte vegetale, l'olio e mescola fino ad ottenere un composto privo di grumi. Metti su fuoco medio il pentolino col coperchio con la mela e le noci al suo interno, lascialo scaldare un pò poi aggiungi la pastella e chiudi subito, cuoci per 15 minuti circa regolando la temperatura in modo tale che non si bruci alla base e la cottura sia uniforme ed evita di togliere il coperchio. Trascorso il tempo, poni un piatto sul pentolino e ribalta il pancake facendo attenzione a non scottarti, cuoci col coperchio per altri 12 minuti anche dall'altro lato. Trasferisci il tortino su una griglia sospesa, lascialo raffreddare poi mettilo in un contenitore ben chiuso e conservalo in frigo (si mantiene fino a 3 giorni). Se vuoi al mattino lo puoi tagliare a fette e scaldarlo leggermente in padella o anche in un tostapane, ottimo servito con le mie marmellate espresse DELIZIOSO accompagnato alla ricetta della crema al limone pubblicata sul mio libro "Più Ricette Sane Meno Ricette Mediche" a pagina 194. Insomma, una colazione super, anzi "mega" che neanche a dirlo... Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima! www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram 
Trovate il mio libro "Più Ricette Sane Meno Ricette Mediche" (Macro Edizioni) su Amazon , sul sito di Macrolibrarsi, in versione pdf su Gruppo Macro Grazie! :-D