Iscriviti a mipiacemifabene ;-)

Facebook

giovedì 5 maggio 2016

Crema di Riso Macrobiotica

Buongiorno :-) Non so se capita anche a voi ma a volte in primavera il riposo notturno è un po' disturbato... Sicuramente il cambio di stagione può contribuire ma nel mio caso l'elemento principe di disturbo è stata una pizza mangiata troppo tardi e probabilmente preparata con quelle che chiamano "farine di forza"... Fatto sta che stanotte la sete l'ha fatta da padrona, il mio letto sembrava un deserto e mi sono girata e rigirata come una cotoletta (veg) sul pangrattato... Ieri sera già sospettavo che la mia digestione non sarebbe stata facile, così ho messo a bagno il riso integrale per il mio risveglio, infatti non c'è niente di meglio di una crema di riso quando ci si sente un po' sottosopra, è una di quelle cose che mi rimette al mondo. In realtà oggi avevo in previsione di pubblicare un'altra ricetta ma visto che questa in particolare mi aiuta a stare meglio desidero condividerla con voi nel caso ne abbiate bisogno. Un po' di castità a tavola ogni tanto giova ma, come sottolineo spesso sul mio blog e come dice la parola stessa mipiacemifabene, si può mangiare bene a 360° senza privarsi del gusto! Dovete sapere che la crema di riso può essere gustata neutra oppure la si può proporre in versione dolce o salata, l'importante è partire da una nobile materia prima, quindi procuratevi un buon riso integrale biologico o biodinamico e andiamo nei dettagli...


Ingredienti per 4 porzioni:
• 150 g di riso integrale bio
• 950 g di acqua possibilmente di bottiglia (se preferite partire da una base più dolce potete fare metà acqua e metà succo di mela limpido al naturale o latte di riso)
• 1 pizzico di sale marino integrale

Ingredienti per la versione salata:
• 1 cucchiaino di miso 
• 1 cucchiaio di sesamo al naturale o tostato o in alternativa 1 cucchiaino di gomasio

Ingredienti per la versione dolce:
• 2 albicocche secche (in alternativa 2 prugne, 2 datteri, 1 cucchiaio di uvetta o altra frutta non dolcificata a piacere)
• 1 cucchiaio scarso di nocciole tostate intere o tritate (in alternativa mandorle, noci, anacardi, semi di girasole, di zucca, sesamo o altri semi a scelta)
• Vaniglia qb (in alternativa cannella)
• La scorza grattugiata di limone bio qb

Procedimento:
Lava bene il riso in un colino a trama fitta, scolalo bene poi aggiungi l'acqua e lascialo riposare dalle 4 alle 8 ore. Se utilizzi il succo o il latte di riso e la temperatura è abbastanza calda tipo in estate, copri con una pellicola e riponi nel frigo. Trascorso il tempo trasferisci il riso e l'acqua in una pentola a pressione, aggiungi il sale, chiudi col coperchio, porta a pressione, abbassa il fuoco al minimo e cuoci per 45 minuti. A cottura ultimata setaccia nel passaverdura o se non hai particolari difficoltà a digerire le fibre, frulla a immersione fino ad ottenere una consistenza vellutata. Distribuisci la crema di riso in 4 ciotole. Puoi consumarla sia calda o tiepida (ottima per lo stomaco al mattino) oppure fredda, quando avrà raggiunto la consistenza simile a quella di un budino. Si conserva in frigo per 4 - 5 giorni. 

Procedimento per la versione salata:
Sciogli il miso con 1 o due cucchiai di acqua e versalo sulla crema di riso aggiungi poi il sesamo o il gomasio. Questa versione la consiglio calda o tiepida.

Procedimento per la versione dolce:

Vi do la ricetta della mia preferita; trita le albicocche e distribuiscile sulla crema di riso, aggiungi poi le nocciole e spolvera con scorza di limone e vaniglia... Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram Grazie! :-D

venerdì 29 aprile 2016

"La Prova del Cuoco" Mipiacemifabene ;-)


Buongiorno :-) Oggi è venerdì ed esattamente la scorsa settimana a quest’ora mi aggiravo emozionantissima nei corridoi dello Studio 2 di Cinecittà, pensate che alle 12:30 ero dentro a quella che da piccina chiamavo “la scatola magica” e mai avrei pensato che un giorno ci sarei entrata… Invece non solo ci sono entrata ma mi sono trovata per giunta accanto ad Antonella Clerici a “La Prova del Cuoco” su Rai 1, per parlare di cibo "buono" e proporre una mia ricetta gustosa e sana; “La Piada Arcobaleno”! Non so come ho fatto ad arrivare fino in fondo; vi dico solo che all’inizio ho avuto un momento critico in cui ho pensato: “ecco, adesso svengo e cado a terra come una pera, chissà se sopravviverò al duro contatto col pavimento, di sicuro tutti resteranno impietriti a bocca aperta”! Cose che umanamente possono capitare, probabilmente la trasmissione avrebbe fatto il picco di ascolti e forse avrei avuto una maggiore visibilità, il video sarebbe sicuramente approdato su Blob o ai Nuovi Mostri ma io decisamente non ne sarei uscita come avrei voluto :-D Poi ho pensato: “ce la devo fare, ce la devo fare”! E così con un bel colpo di reni, sono rimasta verticale accanto alla regina dei programmi di cucina, Lei bella come il sole, la Dea dall’animo umano che ogni giorno entra nelle case di tutti gli italiani (e non solo) con la sua spontaneità e naturalezza. Seppure le mie mani tremassero come foglie, sono riuscita a portare un po’ della mia cucina in tv :-D Mi sento grata a chi mi ha contattata grazie a questo blog che è un vero e proprio diario che in raccoglie pezzi di quotidianità, le mie idee insieme ai miei "segreti" di cucina, il luogo dove condivido impressioni e mi confronto insieme a voi. Un grande onore, una tappa importante, un’esperienza che ormai è tatuata nella mia memoria per sempre… Ora; a me non piace tanto rivedermi ma per chi la volesse rivedere, o per chi se la fosse persa ecco qua il link alla puntata di venerdì 22. Io sono verso la fine del minuto 25esimo. Grazie a tutte per il vostro supporto… Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram Grazie! :-D 



martedì 19 aprile 2016

Crêpes alle Mele Sugarfree e La Prova del Cuoco!


Eccomi! Periodo intenso... Corsi di cucina, fiere, presentazioni; sono come una trottola e comincio ad accusare un po' di stanchezza fisica. Così ho pensato di regalarmi e condividere con voi, un "peccato di gola senza peccato" e preparare le mie crêpes dolcificate semplicemente con succo di mele al naturale. Buonissime con un velo di marmellata alle fragole senza zucchero, una spolverata di vaniglia, frutta fresca e scorza di limone oppure con cioccolato fondente e granella di nocciole tostate... Devo tenermi su perché (udite udite) venerdì prossimo, il 22 aprile sarò ospite niente poco di meno che... A La Prova del Cuoco! Programma che non ha bisogno di presentazioni, con una conduttrice d'eccellenza; Antonella Clerici. Chissà se riuscirò a mantenere i nervi saldi?! Dire che sono emozionantissima non rende l'idea... Se vi va seguitemi per sostenermi e commentate sulla pagina Facebook de La Prova del Cuoco. Intanto se anche voi volete deliziarvi con un dolcetto sano e goloso, Vi lascio una ricetta super veloce, adatta anche alla merenda. Io comincio a preparare un buon thé di accompagnamento... Mipiacemifabene ;-)






Foto tratta dalla mia pagina Instagram federicagif


Foto tratta dalla mia pagina Instagram federicagif



Ingredienti:
• 200 g di farina semintegrale tipo 1
• 1 cucchiaino di lievito base di cremortartaro
• 1 pizzico di vaniglia in polvere
• 1/4 di cucchiaino di curcuma
• 1 pizzichino di sale marino integrale
• 1 cucchiaino di scorza di limone
• 1 cucchiaio colmo di uvetta
• 250 g di succo di mela limpido
• 20 g di olio di girasole bio

Procedimento:

Versa la farina in un contenitore, aggiungi il lievito, la vaniglia, la curcuma, il sale, la scorza di limone, l'uvetta e mescola tutto con una frusta. Unisci il succo di mela, l'olio e frulla il tutto finemente con un frullatore ad immersione fino ad ottenere una consistenza vellutata e priva di grumi. Scalda una piccola padella antiaderente dal leggermente unta, con un mestolo versa e distribuisci un po' di pastella. Quando sarà dorata girala dall'altra parte con l'aiuto di una spatola e cuoci per altri 2 minuti circa. Impila le crespelle e farcisci come meglio credi. Puoi preparare torte a strati, cassoni dolci ripieni di cioccolato e nocciole oppure crema al limone, frutta, marmellata senza zucchero o come la fantasia ti suggerisce. Si conservano in un contenitore di vetro o avvolte in carta da forno in frigorifero per tre giorni circa. Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram Grazie! :-D

martedì 5 aprile 2016

Il Buon Pane


Ecco il pane del giorno! Preparato con le farine che avevo in casa, si può quasi definire una ricetta del recupero :-D Ha l'aspetto rustico del pane di una volta cotto nel forno a legna e un profumo delizioso... Se volete cimentarvi anche voi nella preparazione, di seguito vi lascio tutti gli ingredienti nel dettaglio...




Ingredienti:
150 g di pasta madre rinfrescata
350 g di acqua di fonte (di bottiglia)
180 g di farina integrale
20 g di farina di semola di grano duro
500 g di farina semintegrale tipo 1
1 cucchiaino di sale marino integrale
1 goccio di olio evo

Procedimento:
sciogli la pasta madre con l'acqua, unisci le farine premiscelate insieme al sale, mescola con un cucchiaio e impasta fino ad ottenere una consistenza compatta ed elastica. Massaggia la pagnotta con un goccio d'olio, trasferiscila all'interno di una ciotola, incidi un taglio a croce sulla superficie e copri con pellicola. Fai riposare per 4 ore circa. Riprendi L'impasto e lavoralo con delicatezza, conferisci una forma allungata, fai dei tagli sulla superficie e lascia riposare 2 ore circa in un luogo riparato (ideale il forno spento), il pane dovrà essere evidentemente è cresciuto altrimenti vi consiglio di lasciarlo un'altra ora. Accendi il forno a 200° riponi una ciotola di acqua nella parte inferiore. Cuoci per 40-50 minuti circa e fai raffreddare su una griglia sospesa. Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram Grazie! :-D

venerdì 1 aprile 2016

Focaccia Primavera


Buongiorno :-) Che belle queste giornate di primavera! Il tempo è variabile ma le giornate sono più lunghe e nell'aria si liberano profumi di nuove fioriture, anche il mio piccolo ciliegio in questi giorni si è vestito di bianco e non immaginate quanto gli doni! Quando posso curo l'orto e vado per sentieri così da godermi la natura e magari cogliere qualche erba selvatica e ricondurla nella mia cucina per preparare piatti naturali e di stagione. Questo argomento mi interessa tantissimo, al momento sto studiando su erbari e mi sono iscritta a gruppi di appassionati ma è sempre meglio essere cauti, così mi limito a scegliere le erbe di cui sono certa come il tarassaco, cicoria selvatica, rosole (pianta del papavero), malva, borragine e da poco anche gli stridoli o silene (vedi ricetta precedente). Se non siete sicure/i non avventuratevi a caso, potete utilizzare un mix di piantine a foglia verde; spinaci, cicoria e bietole che potete trovare comodamente dal fruttivendolo. Con le erbe selvatiche io ho preparato una deliziosa focaccia. L'impasto, neanche a dirlo, è fatto con pasta madre e farina integrale macinata a pietra, per la farcia un mix di erbette selvatiche che si sposano benissimo con un'avvolgente crema di fagioli cannellini... Insomma una meraviglia che condivido volentieri con voi e che dedico alla mia amica Fabiana Bellini (lei sa perché). Un'oottima soluzione per portare nel cestino da picnic un pasto sano e gustoso per caricarsi di energie in occasione delle gite fuori porta di questo periodo. Ma passiamo alla pratica :-D Ecco tutti gli ingredienti nel dettaglio...




Per 1 teglia di focaccia
Ingredienti per l'impasto:
150 g di pasta madre rinfrescata
300 g di acqua di fonte (di bottiglia)
200 g di farina integrale
400 g di farina semintegrale tipo 1 macinata a pietra
2 cucchiai di olio evo + 1 per la copertura
Sale marino integrale qb
Rosmarino qb

Ingredienti per la farcia:
Erbe di campagna ripassate con olio, aglio, sale e pepe (io ne avevo già una padella pronta, non so dirvi la quantità precisa)
500 g di cannellini cotti e scolati
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaio di capperi sotto sale
1 cucchiaino di origano
80 g di acqua

Procedimento per l'impasto:
Sciogli la pasta madre con l'acqua, aggiungi l'olio, le farine, un pizzico di sale e impasta fino ad ottenere una consistenza elastica e liscia. Riponi il panetto in una ciotola, massaggia la superficie con acqua e incidi un taglio a croce. Copri con pellicola e fai riposare per un'ora circa. Riprendi l'impasto e lavoralo su una spianatoia con un goccio di olio. Stendilo con le mani o con un matterello, disponilo su una teglia leggermente unta e distribuisci un cucchiaio di olio sulla superficie. Spolvera con un pizzico di sale grosso e con del rosmarino fresco e lascia riposare per 2 ore circa in un luogo al riparo da correnti d'aria (io consiglio il forno spento). Trascorso il tempo, preriscalda il forno a 220° in modalità "statico" e poni nel piano inferiore un pentolino con dell'acqua. Cuoci per 20 minuti circa (il tempo potrebbe variare a seconda del forno in uso). A cottura ultimata attendi che la focaccia si intiepidisca prima di tagliarla altrimenti potrebbe rompersi. Nel frattempo frulla i cannellini con il succo di limone, i capperi leggermente sciacquati, l'origano e l'acqua fino ad ottenere una consistenza morbida ma non necessariamente troppo vellutata. Taglia la focaccia, stendi uno strato di crema di cannellini, distribuisci le erbette, ricopri con la parte superiore e e ricavane dei rettangoli. Se ti è piaciuto dedicarti alla preparazione di questa ricetta non immagini cosa ti aspetta ora... Una vera e propria coccola per il palato ed è anche sana!! In altre parole Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram Grazie! :-D

martedì 29 marzo 2016

Pasta con gli stridoli


Buongiorno :-) Avete trascorso buone feste? Spero proprio di si. Io ho passato una piacevole domenica con i miei cari amici e dopo avere mangiato decisamente più del solito e avere incorniciato la giornata con uova di cioccolato fondente, ho ritenuto opportuno fare un po' di moto così, visto che mi trovavo nell'entroterra romagnolo, in una bella casa immersa nella vegetazione selvaggia, mi sono avventurata nel bosco adiacente, alla ricerca di erbe selvatiche commestibili insieme a persone esperte. Quanto mi piace questa usanza! Trovo affascinante il fatto di potere trovare del buon cibo senza doversi recare necessariamente al supermercato ed è una sicurezza pensare che abbiamo un'ottima risorsa di sostentamento a costo zero in caso di necessità. Da bambina qualche volta seguivo la nonna con la quale ho scoperto il tarassaco, la malva, le rosole e la camomilla... Ha provato anche ad insegnarmi a riconoscere altre erbe ma forse da piccola avevo altre cose che mi passavano per la testa che probabilmente distraevano la mia attenzione, così nell'incertezza mi sono astenuta dal raccogliere erbe di dubbia identità... Dunque mi sono persa certi passaggi e oggi provo a colmare le mie lacune studiando su erbari e frequentando corsi ma la teoria abbinata alla pratica è sempre la cosa migliore perché aiuta a fissare bene tutte le informazioni. Così domenica, andando per sentieri con la mia amica Valeriana (nome perfetto per una guida di questo tipo), ho imparato a riconoscere la silene; da noi meglio conosciuta col nome di stridoli o strigoli. Gli stridoli sono squisiti, sono delicati ma allo stesso tempo hanno un carattere ben definito. So che si utilizzano per preparare frittate, per farcire i cannelloni o per le minestre, mescolati insieme ad altre piante ma nella mia famiglia lo stridolo è un po' a senso unico e si utilizza principalmente per preparare un ottimo sugo rosso che in genere si accompagna alle tagliatelle o strozzapreti. Che buoni! Provate a scoprire come si chiamano nella vostra zona, magari leggendo qua e sentite con il vostro fruttivendolo di fiducia se ve li può procurare magari li conosce con uno dei seguenti nomi: bubbolini, calicedda, campanedda, cannatedda, carletti, cavoli della comare, crepaterra, cujet, erba del cucco, erba du predicaturi, fridum, grisol, lidum, minuto, schioppettini, sclopit, scrissoi, scrusciet, sonaglini, spizzoli, strangoli, stridi, stridoli, strigoli, strigual, tagliatelle della Madonna, verzuli, zimoe... Adesso è il periodo giusto per gustarli, ne vale davvero la pena. Se avete dei dubbi vi lascio la foto (un po' alla Alberto Sordi) del mio ottimo piatto di pasta di oggi e la ricetta... 



Ingredienti:
400 g di pasta casereccia 
2 cucchiai di olio evo
1 carota tritata
1 cipolla piccola tritata
1 spicchio d'aglio vestito
1 cucchiaio di sedano tritato
1 cucchiaino di basilico secco
1 barattolo di pelati
2 mazzetti di stridoli ben lavati
Sale marino integrale
Pepe macinato

Procedimento:
Versa l'olio in un pentolino, aggiungi la carota, la cipolla, l'aglio leggermente schiacciato, il sedano, il basilico e fai rosolare dolcemente per 5 minuti circa. Unisci il pomodoro e cuoci per circa 10 minuti fino a fare evaporare parte del liquido di vegetazione. Sala, aggiungi gli stridoli, copri col coperchio e fai stufare per 3 minuti circa. Spegni, elimina l'aglio e fai riposare coperto. Cuoci al dente la pasta in acqua leggermente salata, scolala, condisci con il sugo agli stridoli, aggiungi un goccio di olio extra vergine d'oliva di qualità e una generosa macinata di pepe... Una ricetta che Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram Grazie! :-D

martedì 22 marzo 2016

Pasta e Fagioli ?


... O meglio; la pasta e fagioli come non l'avete mai vista :-) Piatto povero per eccellenza travestito da piatto da Chef. I cereali e i legumi sono da sempre sposi perfetti, sia per il gusto sia per la giusta proporzione tra carboidrati e proteine. Il loro utilizzo contribuisce a rendere ogni piatto equilibrato e completo dal punto di vista nutrizionale seppure 100% vegetale. Pasta e Fagioli... Emblematico esempio della dieta mediterranea; la migliore al mondo patrimonio dell'UNESCO. Ma voi sapete benissimo che io non guardo agli alimenti solo dal punto di vista funzionale; il cibo è anche cultura e piacere, una bellezza da condividere in piacevolezza per coccolare tutto il corpo (palato incluso)... Ho pensato perciò di dare nuova luce ad un piatto delizioso che si è sempre posto umilmente e conferire una nota chic ad un piatto che così diventa è "nobile" a 360°... Una manciata di fagioli racchiusi all'interno di sfoglia senza uova a base di semola di grano duro, il tutto condito con una deliziosa salsa deliziosa e semplice. Cosa volere di più? Ah forse un buon bicchiere di vino rosso... Tempo fa realizzai una ricetta simile che potrete rivedere qui e partendo proprio da questo punto, posso dire di essere arrivata ad un ottimo risultato che felicemente condivido con voi. Madame e monsieur vi presento la mia Pasta e Fagioli! :-D



Foto tratta dal mio canale instagram federicagif


Ingredienti:
300 g di farina di semola di grano duro
150 g circa di acqua 
1 pizzico di sale marino integrale
1/2 cucchiaino raso di curcuma
*600 g circa di fagioli borlotti già cotti freddi (conditi con rosmarino olio e un goccio di salsa di soia)
1 foglia di alloro
1 cucchiaino di basilico secco
1/2 costa di sedano
1/2 cipolla
1 carota grande
1/2 bicchiere di salsa di pomodoro
1 bicchiere d'acqua
1 spicchio d'aglio
Qualche fogliolina di rosmarino
Olio evo qb
Pepe qb
Sale marino integrale

Ingredienti per il la salsa finale:
2 cucchiai di olio evo
2 cucchiai di salsa di soia
2 spicchi d'aglio tritati
1 rametto di rosmarino tritato
Pepe macinato qb

Procedimento: 
Versa la farina in una ciotola, aggiungi un pizzico di sale, la curcuma e miscela. Unisci l'acqua e impasta fino ad ottenere un composto liscio e sodo. Copri con pellicola per alimenti e fai riposare per 30 minuti circa. Intanto prepara la salsa. Aggiungi un goccio d'olio in una pentola a pressione, trita finemente in un mixer il sedano, la cipolla la carota, l'aglio e soffriggi il tutto. Aggiungi l'alloro, il basilico, la salsa di pomodoro, l'acqua, qualche fogliolina di rosmarino, chiudi il coperchio e cuoci per 15 minuti dal soffio. A cottura ultimata regola di sale e aggiungi una spolverata di pepe. Stendi la pasta con un matterello o con la macchina, forma dei quadrati grandi (circa 12 cm per lato), poni al centro un cucchiaino di fagioli , inumidisci i bordi e chiudili avendo cura di sigillarli bene. Riponili su un piano ben infarinato con la semola facendo attenzione a non metterli troppo vicini. In una pentolino prepara la salsa finale procedendo in questo modo; versa l'olio, aggiungi l'aglio, il rosmarino e fai soffriggere molto dolcemente per 2 minuti circa. Unisci la salsa di soia, sfumala per 1 minuto in modo che l'alcool evapori. Tuffa dolcemente i tortelloni in acqua bollente leggermente salata e fai cuocere per 5 minuti circa. Conserva 1 bicchiere d'acqua di cottura in caso occorra per allungare il sugo e trasferisci la pasta in una pirofila con l'aiuto di una schiumarola. Distribuisci un po' di sugo al pomodoro sui piatti, poni sopra 3 o tre tortellini a persona e versa qualche goccia di salsa saporita alla soia. Spolvera con una generosa macinata di pepe e... La Pasta e Fagioli è pronta ed è un piatto che decisamente Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram Grazie! :-D

Il consiglio:
* Se volete potete utilizzare anche altri legumi, possono anche essere in barattolo ma in questo caso devono essere ben "tirati" come quelli che si preparano a casa quindi è consigliato scolarli bene e schiacciarne una parte con la forchetta o frullarne circa 1/3.
Non esagerare con l'imbottitura altrimenti i tortelli rischieranno di rompersi. Se avanza un po' di ripieno puoi preparare dei burger o delle polpettine. Mipiacemifabene ;-)