Iscriviti a mipiacemifabene ;-)

Facebook

lunedì 15 dicembre 2014

Tagliata... Di Melanzana


Lo so... Potrebbe sembrare una bistecca ma vi giuro che non lo è! Una mia amica siciliana mi ha regalato due bellissime e gigantesche melanzane, squisite! Non ho resistito e oggi ho preparato ben due ricette a base di questo ortaggio; una la terrò per il mio libro di ricette ma questa la voglio condividere subito con voi :-) In genere non impazzisco per le melanzane ma queste sono davvero fantastiche perché cresciute in una terra meravigliosa baciata dal sole. La ricetta che vi propongo in questo post è molto basic, infatti quando la materia prima è di alta qualità non c'è bisogno di sovrastrutture. Ecco un'idea per un contorno invitante e saporito...




Ingredienti:
1 melanzana tonda grande
1 cucchiaio scarso di ketchup senza zucchero
1 cucchiaino colmo di paprica dolce
2 cucchiaini di salsa di soia
1/2 cucchiaino di aglio in polvere
2 cucchiai di olio evo
succo di limone fresco qb
sale marino integrale qb (facoltativo)
pepe nero qb

Procedimento:
Sbuccia la melanzana e tagliala a fette spesse circa 3 cm. Cuocile su una griglia dal fondo spesso girandole più volte finché diventeranno morbide. Mescola il ketchup insieme alla paprica, alla salsa di soia, all'aglio in polvere, all'olio extra vergine e spennella sulla superficie delle melanzane ancora calde. Irrora con succo di limone, spolvera con una generosa macinata di pepe, un pizzico di sale e accompagna a verdure fresche di stagione. Una ricetta gustosa e sana che Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette e se vuoi puoi unirti alla mia pagina di gradimento facebook :-) Grazie! :-D #mipiacemifabene #federicagif #vegetarian #vegan #vegansteak #vegetariansteak #cookbook #melanzana #melanzanaricette #eggplant #eggplantrecipes #foodlover #foodblogger #bestgreenfoodblog #greenblog #vegetarianblog #healthyblog #healthyfoodblog #healthyfoodblogger #foodblog #blogdicucina #love #blogdicucinavegetariana #blogdicucinavegana 

giovedì 11 dicembre 2014

Reginette Mediterranee


Buongiorno :-) Oggi è giovedì e già intravedo all'orizzonte un nuovo weekend. In questo periodo sono particolarmente impegnata e lavoro a testa bassa anche il fine settimana... Non so se ne siete già al corrente ma sto scrivendo il mio libro di ricette! Questo per me è un progetto ambizioso e molto impegnativo, il lavoro sembra infinito e a volte mi perdo tra le tante cose da fare ma è soprattutto la realizzazione di un sogno e per questo sto cercando di dare il massimo di me stessa testando ricette gustose, sane e originali per la mia raccolta non perdendo mai di vista il mio traguardo. Cucino, scrivo, scatto foto, mangio e bloggo... Quello che mi manca è un po' di sano moto... A Rimini è tornato a fare capolino il sole e per questo ho pensato che domenica farò una bella passeggiata al mare e mi ritaglierò almeno un'ora per rifocillarmi e cambiare skyline :-) In attesa del nuovo fine settimana ormai alle porte e prima di tornare al lavoro ci tenevo a lasciarvi questa buonissima ricetta di facile realizzazione; fatemi sapere se vi piace :-) Ecco cosa occorre nel dettaglio per prepararla...



Ingredienti:
300 g di reginette integrali
1 cucchiaio di sedano tritato
1 spicchio d'aglio tritato
1 grossa carota tritata grossolanamente
230 g di ceci sgocciolati
1 cucchiaio di salsa di soia
1/2 bicchiere di acqua di fonte
7 pomodori secchi reidratati
3 cucchiai di olive nere senza nocciolo
1 pizzico di peperoncino
1/2 cucchiaino di curry dolce
1 manciata di foglie di sedano fresco tritate
sale marino integrale qb
olio evo qb
pepe qb

Procedimento:
Versa un goccio d'olio in una padella, unisci il sedano, l'aglio, la carota, e fai soffriggere molto dolcemente, aggiungi i ceci, la salsa di soia, l'acqua, copri con coperchio e fai stufare per 15 minuti circa. Insaporisci il tutto con il peperoncino, il curry e frullane una piccola parte creando così una salsa più avvolgente. Trita i pomodori, taglia le olive a rondelle e aggiungile al condimento. Butta la pasta in acqua bollente leggermente salata e scolala al dente. Uniscila ai ceci e servi con una spolverata di pepe macinato e le foglie di sedano. Un piatto facile, gustoso, sano... In altre parole Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette e se vuoi puoi unirti alla mia pagina di gradimento facebook :-) Grazie! :-D

venerdì 5 dicembre 2014

Sale rosa della Romagna che Mipiacemifabene ;-)


Sale rosa dell'Himalaia? Ma perché quando posso avere il sale rosa shocking della Romagna che Mipiacemifabene a km zero?! Oggi voglio condividere con voi che mi seguite sempre con interesse e affetto questa ricetta di autoproduzione che mi fa sempre fare bella figura con gli ospiti ed ha il grande pregio di trasformare un piatto semplice in una pietanza speciale. Ma partiamo con ordine... Nel mio piccolissimo orto, ho coltivato delle barbabietole e, anche se quest'anno le lumache si sono mangiate buona parte del mio raccolto per le abbondanti piogge, le rape fortunatamente si sono salvate! Non sono un'appassionata di barbabietola anche se le mangio sempre volentieri, forse il sapore tendente all'amarognolo delle rape bianche è più nelle mie corde ma di fronte a quel rosso saturo tendente al magenta proprio non resisto... Le rape sono buone lessate, cotte al vapore, saltate in padella, frullate per preparare salse, centrifugate ma secondo me danno il massimo di sé mangiate crude a julienne condite con un goccio di aceto di mele di qualità. Avendone raccolte tante, ammetto di averle provate in tutti i modi ma oggi vi voglio proporre questa ricetta originale. Essiccando le rape e frullandole ho ottenuto una polvere concentrata ottima per insaporire e conferire una nota di colore a tutte le preparazioni, comprese quelle dolci! Io di solito lo utilizzo per dare un mio tocco personale all'hummus di ceci; il mio piatto preferito... Voi potete decidere di preparare il sale di rapa al naturale, il sale rosa agli aromi e la polvere pura, perfetta per rendere speciali dolci e creme per farcire torte e cupcake salutari! Inoltre può essere un'idea per un regalo originale e low cost per il prossimo Natale :-) Ma adesso passiamo alla pratica; ecco gli ingredienti che occorrono per colorare con gusto i vostri piatti...



Ingredienti:

barbabietole crude (io ne ho essiccate 5)
sale dolce di Cervia qb
erbe aromatiche essiccate

Procedimento:

Metti una pentola sul fuoco con abbondante acqua leggermente salata, quando giungerà ad ebollizione spegni e immergi le rape per 5 minuti. Scolale, asciugale bene e tagliale a fettine molto sottili. Mettile nell'essiccatore finché avranno perso tutto il liquido di vegetazione. Quando saranno perfettamente disidratate, trasferiscile in un cutter e frulla. Passa al setaccio, raccogli la povere più sottile, mettila da parte e frulla nuovamente le parti più grossolane. Setaccia nuovamente e ripeti l'operazione fino ad ottenere più polvere di rapa possibile. Distribuisci la polvere così ottenuta in tre barattolini di vetro. Uno lascialo al naturale e consumalo entro 6 mesi, questa preparazione è perfetta per colorare dessert in crema e torte. In uno aggiungi il sale marino integrale (3 parti di polvere di rapa, 1 di sale) e prepara un altro vasetto con sale ed erbe essiccate a piacere; le tue preferite. Le parti più grossolane che non sei riuscita a macinare non le buttare! Sono ottime per preparare il pane oppure le puoi reidratare e aggiungere all'occorrenza a pasta, risotti e secondi piatti. Il "Sale Rosa della Romagna" Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette e se vuoi puoi unirti alla mia pagina di gradimento facebook :-) Grazie! :-D #mipiacemifabene #sale #salemarinointegrale #salinedicervia #saledicervia #rape #raperosse #barbabietole 

venerdì 28 novembre 2014

Crumble Autunnale Sugarfree & Glutenfree


Buongiorno :-) Qua il tempo è grigio e tipicamente autunnale. Io mi sento completamente avvolta da questa atmosfera e i frutti tipici del periodo mi ispirano dolci ricette… Stamattina di buonora dopo avere accompagnato mio figlio a scuola ho pensato di preparare qualcosa di speciale per la colazione. In giardino ho 2 cassette cariche di caki speciali che provengono dall’albero di mio padre. In dispensa ho una grande varietà di farine comprese quelle senza glutine quindi, oltre a pensare ad un dolce senza zucchero ho pensato anche di farlo glutenfree per tutte le amiche e gli amici che mi seguono e  che hanno problemi di intolleranza. Il sapore dolce è conferito dalla farina di castagne e dalla frutta e le farine integrali aiutano ad assorbire lentamente i carboidrati e ad evitare così i picchi glicemici. Il risultato è stato davvero sorprendete e la mia colazione degna di una regina :-) Ma ora passiamo alla pratica! Ecco cosa serve nel dettaglio per preparare il Crumble Autunnale Sugarfree & Glutenfree…



Ingredienti:
90 g di farina di castagne
75 g di farina di riso integrale
35 g di farina di miglio integrale
1 cucchiaino di lievito base di cremortartaro
1 pizzico di sale marino integrale
2 cucchiaini di scorza di limone grattugiata
35 g di olio di girasole bio
75 g di succo di mela limpido
2 cachi maturi
1 mela con la buccia
1 pizzico di vaniglia in polvere
1 cucchiaio in mezzo di granella di nocciole tostate
cioccolato fondente tritato qb

Procedimento:
In una ciotola setaccia la farina di castagne, la farina di riso, la farina di miglio, il lievito, il sale e mescola bene. Aggiungi un cucchiaino di scorza grattugiata, l’olio, il succo di mela e impasta sino a formare un panetto sodo. Copri con pellicola e fai riposare in frigo. Elimina la pelle dei caki e passali in un passaverdure. Unisci la mela tagliata a cubetti e il restante cucchiaino di scorza di limone, la vaniglia e mescola il tutto. Versa la frutta in una pirofila (io ne ho utilizzata una ovale da 19 X 27 cm). Riprendi la frolla dal frigo, sbriciolala e ricopri uniformemente la superficie. Spolvera con la granella di nocciole e informa a 180° per 35 minuti circa, fino a doratura. Attendi che si raffreddi prima di servirlo e cospargi di cioccolato fondente tritato. Un dessert semplice, sano, buono e naturalmente dolce… In altre parole Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette e se vuoi puoi unirti alla mia pagina di gradimento facebook :-) Grazie! :-D #mipiacemifabene #federicagif #crumble #vegancrumble #sugarfree #glutenfree #macrobiotica #dolcesenzazucchero #dolcesenzaglutine #senzaglutine #senzazucchero #berrino #vegancrumble #caki #autunno #autumn #dolceautunnale #cakiricette #cakirecipes #bestgreenfoodblog #foodblogger #love #foodlover #healthyfood #healthyrecipes

venerdì 21 novembre 2014

Giornata Nazionale degli Alberi


Buongiorno :-)
Oggi 21 Novembre
è la giornata nazionale degli alberi ed ha l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza del patrimonio arboreo e boschivo mondiale. Io in particolare vorrei restare nel mio ambito, e vi vorrei parlare di quanto sia importante evitare i prodotti che contengono olio di palma. Questo olio ormai lo troviamo in quasi tutti i prodotti industriali e quando non è specificato e leggiamo "oli vegetali", quasi al 100% si tratta di olio di palma. Esistono anche aspetti positivi di questo olio vegetale ma non ne beneficiamo... L'olio NON raffinato del frutto infatti avrebbe anche proprietà interessanti, il problema è che per essere insapore e inodore subisce diversi passaggi e trattamenti chimici che lo rendono pessimo e malsano. L'olio di palma contiene tanti grassi saturi, quelli che danneggiano le arterie e di conseguenza il nostro cuore... Purtroppo gli altri contro di cui vi vorrei parlare sono quelli relativi all'ecologia e all'etica. In indonesia ci sono tante aree ormai dedicate alla coltivazione di palme da olio... Questo tipo di coltura può produrre importanti emissioni di carbonio; in Indonesia e Papua Nuova Guinea, per esempio, il terreno per la coltivazione è stato preparato spesso drenando e dando alle fiamme aree di foresta palustre, con un conseguente rilevante danno ambientale, ed è stato valutato che anche in seguito a questi fenomeni l'Indonesia sia diventata il terzo emettitore mondiale di gas serra, inoltre la deforestazione minaccia d'estizione gli orango, diffusi solo in quelle aree. Insomma, visto che c'è la possibilità scegliamo bene e facciamo in modo che le nostre scelte non influiscano negativamente sull'ambiente e sulla nostra salute. Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette e se vuoi puoi unirti alla mia pagina di gradimento facebook :-) Grazie! :-D

giovedì 20 novembre 2014

Spaghetti Squash


Buongiorno :-) In questo periodo sono molto impegnata con la scrittura del mio libro che uscirà prossimamente ma, oltre a scrivere, il lavoro prevede anche la ricerca di ingredienti e combinazioni nuove in cucina. Aggirandomi tra i banchi di frutta e verdura biologica, mi sono imbattuta in questa fantastica zucca squash, un vero e proprio scrigno che al suo interno ha una struttura davvero unica... Se volete mettervi a dieta o mangiare leggero la sera senza rinunciare al gusto, dovete sapere che ritengo questa una fantastica e appagante alternativa light al taglio di pasta più famosa al mondo; gli spaghetti! Potete condirli a vostro piacere, vi stupiranno per il loro sapore delicatissimo e la consistenza ottima. Non sono dolci come la classica zucca e si prestano a tanti tipi di preparazione. Ecco alcune foto scattate alla mia modella ;-)





Una volta portata a casa ho proceduto in questo modo:
-Ho lavato la zucca squash
-L'ho tagliata a metà nel senso della lunghezza e mantenuto la buccia
-Ho eliminato la parte centrale e i semi
-Ho passato la zucca sotto l'acqua corrente
-Ho spolverato la polpa con un pizzico di sale
-Ho messo le due parti su una teglia foderata con carta da forno con la buccia verso l'alto
-Ho fatto dei buchi con la punta di un coltello per accelerare la cottura
-Ho infornato a 180° per 40 minuti circa (cuoci finché la zucca diventa morbida)
-A cottura ultimata ho estratto gli "spaghetti" di zucca con l'aiuto di una forchetta
-Ho condito con salsa di pomodoro, olio extra vergine di qualità e basilico

Infine me li sono mangiati con gusto! Li ho proposti anche a mio marito che si era mostrato scettico all'inizio... Risultato; li ha inceneriti in pochi minuti :-D Non vedo l'ora di riprovare a prepararla e sperimentare altre varianti! Naturalmente vi terrò aggiornate/i sulle evoluzioni :-) Un abbraccio! Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette e se vuoi puoi unirti alla mia pagina di gradimento facebook :-) Grazie! :-D #zucca #zuccaricette #pumpkin #pumpkinrecipes #spaghetti #spaghettiricette #spaghettiquash #zuccasquash #diet #dieta #healthyfood #vegetable #spaghettivegetali #mipiacemifabene #foodblog blogdicucine #bestgreenfoodblog #blogger #foodlover #love #federicagif

venerdì 14 novembre 2014

Quinoa Cookies Sugarfree


Domani e dopodomani saranno le giornate mondiali del diabete e a tutte/i voi che mi seguite volevo dedicare e consigliare questa sana e gustosa ricetta completamente senza zucchero. Purtroppo il diabete sembra essere diventato un'epidemia vera e propria... Sicuramente ha influito lo stile di vita; ci muoviamo meno e passiamo più tempo davanti al computer e alla televisione ma ha contribuito anche la cattiva alimentazione. Al supermercato ci propongono prodotti sempre più raffinitati, i cibi sono stati impoveriti dei loro nutrienti fondamentali e si sono riempiti di ingredienti di bassa lega che danneggiano il nostro organismo. Fateci caso; lo zucchero è ovunque e anche se si nasconde dietro altri incomprensibili nomi è sempre presente. Fette biscottate, piselli in barattolo, mais, bibite, succhi di frutta, sughi pronti, pane, prosciutto, addirittura in alcuni tipi di datteri! E se compriamo un prodotto dove leggiamo "senza zucchero" troviamo altri ingredienti tossici a sostituirlo! Tutti noi sappiamo che una sana ed equilibrata alimentazione e una moderata ma quotidiana attività fisica aiutano a tenere il diabete lontano. E' nostro dovere imparare a limitare gli zuccheri e possibilmente eliminarli completamente. Io per l'occasione ho deciso di condividere la mia ricetta dei biscotti alla quinoa e cioccolato senza zucchero, dolcificati naturalmente con la frutta. Sono veramente buonissimi sia come consistenza sia nel sapore e con una dolcezza discreta. So che apprezzerete il sapore sincero di questi cookies che al primo assaggio vi sembreranno poco dolci e al secondo non potrete più resistergli! Ricordate che per mantenere la glicemia bassa è necessario alimentarsi con cibi non raffinati ed evitare praticamente tutti dolcificanti in commercio, dallo zucchero, al fruttosio, sciroppo di glucosio, destrosio, miele, succo d'acero, stevia, aspartame e cattiva compagnia. Purtroppo lo zucchero crea dipendenza perché quando lo si assume nel nostro organismo si verifica un picco glicemico e successivamente ne consegue un calo dopo il quale si andrà nuovamente alla ricerca del picco... Un serpente che si morde la coda! La soluzione è quella di abituarsi a non usarlo magari anche gradualmente. Sono sicura che a poco a poco vi avvicinerete con passione a sapori sempre meno dolci e li apprezzerete sempre di più proprio come è successo a me. Sperando di fare cosa utile e gradita vi lascio i dettagli della mia ricetta...

Ingredienti:
50 g di quinoa Melandri Gaudenzio
1 cucchiaio di semi di lino
80 g di succo di mela
100 g di olio di girasole bio
100 g di uvetta
1/2 cucchiaino di vaniglia polvere
60 g di cioccolato fondente al 70% di cacao
300 g di farina semi integrale tipo uno
3 cucchiaini di lievito a base di cremar tartaro
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1 pizzico di sale marino integrale

Procedimento:
Lava la quinoa in un colino a trama fitta e tienila a bagno per una notte. Falla bollire in abbondante acqua per 5 minuti e scolala bene. Trita l'uvetta e il cioccolato con un coltello e trasferisci in una ciotola, unisci la quinoa raffreddata e asciugata, la farina semi integrale, la vaniglia, il lievito, il bicarbonato, il sale e mescola bene il tutto con una frusta. In un contenitore a parte frulla a immersione i semi di lino insieme al succo di mela e l'olio fino ad ottenere una consistenza cremosa simile a quella della margarina. Unisci il composto agli ingredienti secchi e impasta. Quando avrai ottenuto un composto sodo che non si attacchi alle mani, forma delle palline della grandezza di una noce e schiacciale su una teglia foderata con carta da forno. Cuoci in forno preriscaldato a 180° in modalità statico per 20 minuti. Fai raffreddare biscotti su una griglia sospesa. Il giorno dopo sono ancora più buoni! Si conservano bene in un contenitore di vetro ben chiuso fino a una settimana. Gustosi e sani, in altre parole Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette e se vuoi puoi unirti alla mia pagina di gradimento facebook :-) Grazie! :-D

Il consiglio:
Se volete su youtube potete attingere a tanti video del Professor Berrino, vi consiglio di guardarli con attenzione. Questo è breve e molto esaustivo; consigliato!