Iscriviti a mipiacemifabene ;-)

Facebook

venerdì 19 ottobre 2018

Mega Haul - - Svuota la spesa - I preferiti del mese


Buongiorno :-) Oggi vi lascio un nuovo video in cui vi mostro la mia spesa. Nel titolo ho descritto chiaramente tutto quindi... Buona visione! Mipiacemifabene ;-)
Se vi va iscrivetevi al mio canale YouTube MIPIACEMIFABENETV e mettete un "like" al video. Grazie!
Potete seguirmi anche su INSTAGRAM e su FACEBOOK! Vi aspetto :-D



INFO O COLLABORAZIONI info@mipiacemifabene.com

sabato 13 ottobre 2018

I Biscotti Ripieni di Miracolo Italiano Rai Radio2




Buongiorno :-) La scorsa settimana è andata in onda la mia rubrica a Miracolo Italiano su Radio RAI 2 e per l'occasione ho suggerito questa ricetta a tema con la stagione corrente; un confortante biscottino dal cuore tenero, libero da zucchero e dolcificanti che ci riconduce dolcemente all'autunno. Una frolla leggera alle nocciole e un ripieno tenero alle mele con note agrumate... Una vera e propria delizia che si potrà materializzare anche a casa vostra seguendo la ricetta che vi lascio nel post. Grazie a LaLaura e a Fabio Canino, sempre bello stare in loro compagnia! Mipiacemifabene ;-)

Ingredienti:
250 g di mele sbucciate tritate 
3 cucchiai di marmellata di arance senza zucchero
300 g di farina semintegrale 
100 g di farina di nocciole o nocciole intere frullate e ridotte in farina
1 cucchiaino raso di bicarbonato 
1/2 cucchiaino di vaniglia in polvere 
80 g di olio di girasole bio
120 g di latte vegetale

Procedimento:
Mescola le mele tritate con la marmellata e metti in frigo. Unisci la farina semintegrale alla farina di nocciole, aggiungi il bicarbonato, la vaniglia, miscela il tutto con una frusta, aggiungete l’olio e il latte vegetale, mescola prima con un cucchiaio poi impasta, stendi su una spianatoia spolverata di farina fino ad ottenere uno spessore di 4 mm circa, con un bicchiere intaglia dei cerchi metti un pò di ripieno al centro, sigilla bene con la forchetta, forma due fiorellino sulla sommità e cuoci a 180° in modalità statico per mezz’ora circa. Un dolce confortante e senza zucchero di sorprendente bontà che scalderà le vostre giornate autunnali. 

Frutta e verdura di stagione:
Prugne, uva, lamponi, pere, mele, caki, nocciole, arance, castagne, fichi, fichi d'India, kiwi, limoni, mandarini, melagrana. Troviamo ancora le zucchine ma è ora funghi, zucca, fagioli fagiolini, barbabietole, sedano, radicchio, cavoli di tutti i tipi! Sbizzarritevi tra broccoli, cavolfiore, cavolini di bruxelles, cappucci, cavolo riccio, cime di rapa, cavolo nero... Poi ancora carote, topinambur, catalogna, cetrioli, funghi, le ultime melanzane, menta, porri, scorzonera, tartufi... Quanta abbondanza! Buon autunno!!!

Per vedere tutte le mie foto e partecipare alle mie dirette seguimi su INSTAGRAM!

Se vuoi mi trovi anche su FACEBOOK dove potrai vedere i miei aggiornamenti quotidiani

Il mio libro "Più Ricette Sane Meno Ricette mediche" Macro Edizioni 

GRAZIE
Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) 

giovedì 11 ottobre 2018

Pancakes alle pere - Sugarfree, Vegan, Gutenfree




Buongiorno :-) Stamattina mi sono deliziata con questi pancakes, come faccio spesso ho pubblicato qualche video nelle Stories di Instagram (federicagif) e mi avete sommersa di messaggi tipo questo: "Si, ma la ricetta"!? E allora, nonostante la foto non sia delle migliori (chiedo venia), sono qua a lasciarvela al volo ma solo dopo avervi descritto meglio cosa c'è nel mio piatto :-) Innanzi tutto devo dirvi che in questo periodo, ho avuto un naturale richiamo alle colazioni calde, quindi un bentornati porridge, pancake, pane tostato con salse tiepide di frutta e bella compagnia! Mi piace sempre consumare frutta fresca di stagione al mattino e in questi giorni vanno alla grandissima mele e pere, a proposito di queste ultime; mi hanno regalato una cassa di pere Keiser biologiche buonissime ma già mature, quindi ci sto dando dentro per non farle andare a male, di conseguenza ogni giorno metto in tavola pere dalla colazione alla cena :-D Stamattina ho preparato questi  buonissimi pancakes che, come avrete letto nel titolo, sono privi di glutine, di uova e senza zucchero o dolcificanti aggiunti. Nonostante tutti questi senza, il risultato è stato davvero ottimo. Per l'impasto ho utilizzato fiocchi d'avena glutenfree e farina di grano saraceno che ho gradevolemente dolcificato con polpa di pere fresche e latte di riso integrale. Insomma, quando un piatto viene bene e ti regala un bel sorriso di soddisfazione sulle labbra, perché non condividerlo con chi ti segue?! Spero di fare cosa gradita lasciandovi la ricetta dettagliata di seguito...

Ingredienti:
40 g di fiocchi d'avena (glutenfree)
60 g di farina di grano saraceno
1 cucchiaino raso di bicarbonato
1 cucchiaino di scorza di limone bio
1 pizzico di vaniglia naturale in polvere
2 cucchiaini di semi di lino macinati
80 g di pera per l'impasto + Pera qb per farcire (se bio con la buccia)
150 g di latte di riso integrale
10 g di olio di germe di mais o girasole bio
Crema di nocciole 100% qb
2 cucchiaini si cacao + latte di riso integrale qb

Procedimento:
Macina i fiocchi d'avena in un frullatore fino ad ottenere una farina, unisci la farina di grano saraceno, il bicarbonato, la scorza di limone, la vaniglia, i semi di lino, gli 80 g di pera tagliata a cubetti, il latte di riso, l'olio e frulla nuovamente fino ad ottenere una pastella vellutata. Scalda una padella antiaderente leggermente unta e quando sarà calda versa la pastella a cucchiaiate, copri con un coperchio e quando li vedrai lievitati con le classiche bollicine, girali e cuocili anche dall'altro lato (fai attenzione a non bruciarli perché la frutta all'interno dell'impasto tende a caramellizzare, regola il calore di conseguenza). Impilali e farcisci con la crema di cacao che puoi preparare mescolando il cacao al latte di riso che devi aggiungere poco a poco, aggiungi poi la crema di nocciole, la frutta fresca e... Buonissima e sana colazione a te! Mipiacemifabene ;-) Spero che questa ricetta ti sia piaciuta, se ti va condividila e lasciami un messaggio o le tue perplessità nei commenti, cercherò di rispondere prima possibile. Se vuoi puoi seguirmi anche su Instagram su Facebook e su YouTube per info e collaborazioni info@mipiacemifabene.com 
Un bacione e alla prossima :-D Federica 

lunedì 8 ottobre 2018

Porridge alla pera




Ed eccomi nuovamente qua! Stamattina ho fatto colazione con questo buonissimo porridge, mi è piaciuto così tanto che non potevo pensare di tenermi la ricetta tutta per me, così ho preso la macchina fotografica ed ho fatto uno scatto al volo per voi sperando di fare cosa gradita. Il porridge è un ottimo modo per fare colazione; l'avena infatti è ricca di fibre, contiene acidi grassi essenziali, è energetica, da sazietà e se non contaminata con altri cereali è adatta anche a chi segue una dieta senza glutine. Inoltre favorisce il rilassamento, il buonumore e aiuta a regolare i livelli di colesterolo nel sangue. Insomma; più avena per tutti! :-D Per la farcia ho voluto utilizzare la pera; prelibato frutto di stagione. Ma ora passerei ai dettagli così potrete godere anche voi di questa semplice e deliziosa bontà! 

Ingredienti:
40 g di fiocchi d'avena
1 pizzico di scorza di limone bio
1 pizzico di vaniglia naturale in polvere 
200 g di latte vegetale o acqua
1 cucchiaio raso di uvetta o altra frutta disidratata tritata
1 cucchiaio raso di semi di lino macinati
1 pera Keiser bio con la buccia 
1 pizzico di cannella
2 cucchiaini di yogurt greco 
1 cucchiaino di semi di zucca

Procedimento:
Sminuzza i fiocchi d'avena in un frullatore, trasferiscili in un pentolino insieme alla scorza di limone, alla vaniglia, al latte vegetale, porta a bollore e cuoci 5 minuti mescolando di tanto in tanto. Spegni il fuoco e unisci l'uvetta, i semi di lino, mescola e lascia riposare. Taglia la pera a dadini e saltala in padella per qualche minuto finché libererà un buon profumo di zucchero caramellato. Aggiungi la cannella. Trasferisci in un bicchiere il porridge e la pera a strati. Farcisci con lo yogurt greco un pò di pera, i semi di zucca e spolvera con cannella. Una super colazione che mipiacemifabene ;-) 

Il consiglio:
Se la mattina vai di fretta, puoi avvantaggiarti e preparare la tua colazione la sera prima. Farcisci con yogurt e semi al momento. 

mercoledì 3 ottobre 2018

Cucino con gli avanzi - Salute Gusto Spreco Zero

Non buttare la prima fetta di pane! Può essere tostata e utilizzata per preparare bruschette o crostini per la zuppa
Se avanza un pò di cereale integrale e verdure già cotte puoi preparare minestre, vellutate e polpette
Se avanza un pò di vellutata di verdure puoi trasformarla in una salsa spezzata per accompagnare polpette o crostini

Buongiorno :-) Oggi ho deciso di pubblicare un video diverso dai soliti... A volte quando ci si vuole cimentare in una nuova ricetta, la prima cosa da fare è procurarsi gli ingredienti; in questo caso invece vorrei che partiste da quello che avete in frigo e in dispensa. Ebbene si, ho deciso di mostrarvi come me la cavo quando cucino con quello che resta, sperando che il video vi ispiri e vi dia idee utili per non sprecare nulla. Ricordate che il buon cibo è prezioso. Ecco come mi organizzo.
Nel mio frigo abbonda sempre la verdura di stagione e di base conservo separatamente in contenitori di vetro, un cereale integrale e un legume che cuocio sempre in abbondanza per poterne disporre più volte e che vario il più possibile, di conseguenza posso sempre attingere a ottimo cibo semplice e naturale che se ben combinato può diventare un piatto completo e rivelarsi in modo inedito, una piacevole sorpresa per deliziare il nostro palato e preservarsi sani. Vi lascio al video, oggi non serve prendere appunti :-D BUONA VISIONE! Mipiacemifabene ;-)


Per vedere tutte le mie foto e seguire le mie dirette seguimi su INSTAGRAM!


Se vuoi mi trovi anche su FACEBOOK dove potrai vedere i miei aggiornamenti quotidiani


Il mio libro "Più Ricette Sane Meno Ricette mediche" Macro Edizioni


Se vi siete persi i miei ultimi video eccoli qui!


What I eat in a day #13


Soba - Zuppa di verdure con miso, tofu e spaghetti di grano saraceno


I miei acquisti da tiger e i miei preferiti del periodo


What I Eat in a Day #12 - Ricette Estive - Light - Vegan Friendly - Healthy - Easy


What I Eat in a Day #11 - Prodotti Verso Natura Bio di Conad


What I Eat in a Day #10 - Healthy Yummy - Ricette Diverse Stesse Basi 


Per collaborazioni info@mipiacemifabene.com






giovedì 27 settembre 2018

What I Eat in a Day - Super Healthy, Easy, Yummy Recipes




Benvenute/i sul mio blog ! Oggi vi propongo un nuovo What I Eat in a Day, con ricette super facili, gustose, salutari e adatte anche a chi segue un'alimentazione vegetale. La bellezza di questi piatti è che non serve la bilancia! Spero di lasciarvi spunti interessanti e utili, se è così mi farebbe piacere se mi lasciaste un messaggio, se metteste un like al video e se vi iscriveste al mio canale YouTube mipiacemifabeneTV. Se volete potete condividere il video e se anche voi siete "Social" potete seguirmi su facebook e Intagram. Ora vi lascio al video e alle ricette trascritte. Io vi auguro BUONA VISIONE ! Baci Mipiacemifabene ;-) 

COLAZIONE
Strudel
Caffè di cicoria Baule Volante



PRANZO
Pasta integrale al pesto di fagiolini



Ingredienti per la pasta al pesto di fagiolini (3 persone)
240 g di pasta integrale
2 manciate di fagiolini cotti 
2 manciate di basilico fresco
1 pizzico di aglio secco in polvere
Qualche goccia di succo di limone
2 cucchiai di olio evo
Qualche cucchiaio di acqua
Sale marino integrale qb
Pepe qb

Procedimento:
Trasferisci in un frullatore i fagiolini e il basilico, insieme all'aglio, al succo di limone, aggiungi l'olio, l'acqua, il sale il pepe e frulla fino ad ottenere una salsa rustica. Cuoci la pasta in acqua bollente leggermente salata e scolala al dente (mantieni sempre una tazzina di acqua di cottura nel caso dovesse servirti per diluire il pesto). Condisci la pasta, mescola e impianta. Aggiungi qualche foglia di basilico, un goccio di buon olio extravergine d'oliva, un pizzico di pepe e buon appetito!

CENA
Vellutata di cavolfiore



Patate rosse al forno



Ingredienti per la vellutata di cavolfiore
1 cavolfiore lessato in acqua salata
Acqua qb
1 cucchiaio di succo di limone
Semi di zucca tostati qb
Salsa di soia qb
Noce Moscata qb
Timo secco qb
Crostini di pane integrale tostato
Olio evo qb

Frulla finemente il cavolfiore con un pò di acqua, succo di limone e un goccio di olio. Impiatta e condisci con i semi di zucca tostati, la salsa di soia, il timo, la noce moscata, l'olio e i crostini di pane. Un What I eat in a day che Mipiacemifabene ;-)

Per vedere tutte le mie foto e seguire le mie dirette seguimi su INSTAGRAM!

Se vuoi mi trovi anche su FACEBOOK dove potrai vedere i miei aggiornamenti quotidiani 

Il mio libro "Più Ricette Sane Meno Ricette mediche" Macro Edizioni 

Se vi siete persi i miei ultimi video eccoli qui!

Soba - Zuppa di verdure con miso, tofu e spaghetti di grano saraceno

I miei acquisti da tiger e i miei preferiti del periodo

What I Eat in a Day #12 - Ricette Estive - Light - Vegan Friendly - Healthy - Easy

What I Eat in a Day #11 - Prodotti Verso Natura Bio di Conad

What I Eat in a Day #10 - Healthy Yummy - Ricette Diverse Stesse Basi

Per collaborazioni info@mipiacemifabene.com

martedì 25 settembre 2018

Dolci della tradizione e riflessioni sulle farine raffinate




Buongiorno 🌞 Siamo ufficialmente entrati nella mia stagione preferita e proprio all'autunno voglio dedicare questa ricetta che si prepara col mosto. Stamattina sulla mia pagina di gradimento Facebook e su Instagram ho pubblicato la foto della mia colazione e ho fatto una riflessione che vi copio incollo in questo post. Approfitto anche per lasciarvi la ricetta che mi avete richiesto in tantissime/i. Buona lettura e buona cucina!
"Stamattina ho fatto colazione con questa focaccia preparata ieri, lievemente e naturalmente dolce, una ricetta della nostra tradizione che adoro da sempre. Si tratta di quei sapori che ti riportano a casa che ti fanno annuire mentre mastichi, insomma un cibo che nutre corpo e anima. Ciò che mi affascina di questo dolce antico chiamato "piada dei morti" perché si prepara dall'autunno a novembre, sono le componenti tutte basiche e stagionali; la frutta secca, farina integrale o semintegrale, l'olio extravergine, il mosto e il miele 🍯. In genere evito di aggiungere dolcificanti, miele compreso e amo utilizzare farine non raffinate macinate a pietra proprio come si faceva una volta. So che i puristi non tollerano varianti seppure piccole... Stamattina in rete ho trovato una ricetta che si autodichiarava "originale" preparata con farina 00 e farina Manitoba... La farina 00 una volta non esisteva, al massimo si setacciava quella integrale che comunque non è mai paragonabile a un prodotto raffinato come la 0 o 00... Mi chiedo soprattutto dove si potesse trovare un tempo nelle campagne di #rimini la Manitoba!? La farina Manitoba è chiamata anche farina americana perché si ricava da grani molto resistenti al freddo che si coltivano tra America settentrionale e Canada. Oggi però si può trovare sul mercato la farina "forte" con la dicitura "Manitoba" anche se non proviene dal Canada perché ha le stesse caratteristiche. È molto ricca di glutine e in genere viene venduta solo la versione 00 quindi un prodotto che subisce un'impattante trasformazione industriale. Oggi la Manitoba o farina forte è difficile evitarla, infatti viene impiegata in qualsiasi preparazione, dal panettone alla pizza al comune pane che si trova al forno, questo perché è performante ovvero aiuta ad ottenere in lievitazione al limite col miracoloso, é lei che crea la famosa trama glutinica, quell'effetto "spugna" che fa sembrare un prodotto ben fatto... io non sono maniaca di questa struttura interna dei panificati e continuo ad amare i dolci naturali, quelli dal sapore forte e gentile al tempo stesso che ti raccontano una storia ad ogni morso". E voi avete dei dolci della vostra tradizione che somigliano a questo? Domande a parte vi lascio alla ricetta così da continuare a diffondere le buone abitudini di un tempo... 

Ingredienti:
150 g di pasta madre rinfrescata
350 g di mosto rosso filtrato (in alternativa succo di mela limpido o latte di riso integrale)
150 g di uvetta
La scorza grattugiata di 1/2 limone bio
50 g di olio evo leggero o girasole o germe di mais bio + olio qb per la teglia
600 g di farina semintegrale tipo 1
1 cucchiaino di malto o di miele (facoltativo)
Noci qb
Mandorle con la buccia qb
Pinoli qb

Procedimento:
Sciogli la pasta madre col mosto, aggiungi l'uvetta, la scorza di limone, l'olio e mescola bene con una frusta. Aggiungi la farina, mescola bene con un cucchiaio poi copri con un piatto e lascia riposare per 4 ore. Stendi l'impasto in una grande teglia o se preferisci dividilo in due parti, Stendi l'impasto a mano fino a raggiungere uno spessore di 2 cm. Mescola il miele o il malto con un cucchiaio di acqua e spennalla la superficie della focaccia poi distribuisci la frutta a guscio e falla aderire. Lascia alla pasta 1-2 ore di riposo facendo attenzione a non urtarla lontano da correnti d'aria (io uso il forno spento). Trascorso il tempo preriscalda il forno a 180° e cuoci per 25 minuti circa in modalità statico. Lascia raffreddare prima di assaggiarla, è ancora più buona il giorno dopo. Io la conservo in frigo all'interno di un contenitore per 4 giorni circa. Io spero che questa ricetta vi sia piaciuta (a me si :-P), un bacione e alla prossima! Mipiacemifabene ;-)

Foto tratta dal mio libro "Più ricette sane meno ricette mediche" edito da Macro