Iscriviti a mipiacemifabene ;-)

Facebook

lunedì 31 agosto 2015

Vegan Waffle ai fichi freschi


Buongiorno :-) Oggi è il lunedì dei lunedì… Molti riprendono il lavoro, per tanti liceali è periodo di esami di riparazione, si comprano i libri per la scuola ed è tempo di scegliere il diario (che voglia avrei)! :-) Le verdure e i frutti estivi stanno gradualmente lasciando spazio a quelle dell’autunno che sta avanzando a piccoli passi. Il mio fico è pieno di frutti anche se tra me e i merli è una sfida continua a chi si aggiudica quello più dolce ma come vedete dalla foto oggi non mi è andata così male! A Rimini il clima è tipicamente estivo ma ho voglia di colazioni più ricche, per questo ho tirato fuori la mia pratica piastra per i waffle... Così ho preparato una ricetta improvvisata all'insegna della stagionalità, gustosa e salutare perché libera da zucchero e derivati, a base di farina semintegrale e senza uova, inoltre i waffle hanno di buono che si preparano in 5 minuti e trovo che siano perfetti per la colazione. Che dire?! Vi lascerei subito agli ingredienti dettagliati e al procedimento cosicché anche voi possiate godere di una colazione che Mipiacemifabene ;-) 

Ingredienti:
200 g di farina semintegrale tipo 1
1 cucchiaino di lievito a base di cremortartaro
1 pizzico di sale marino integrale
1/2 cucchiaino di vaniglia in polvere
1 cucchiaio raso di semi di lino
La scorza di 1/2 limone
1 pizzico di semi di anice
70 g di fichi freschi e dolci + altri per guarnire
2 cucchiai di olio di girasole bio
300 g di acqua o succo di mela limpido o entrambi miscelati

Procedimento:
Versa la farina in un contenitore, aggiungi il lievito, il sale, la vaniglia,i semi di lino, la scorza di limone, l’anice, i 70 g di fichi e mescola il tutto. Unisci l’olio e l’acqua o il succo di mela e frulla finemente a immersione. Scalda la piastra per i waffle (che io imposto a 2) e cuoci per 5 minuti circa. Trasferisci i waffle in un piatto e alternali con fichi maturi e un spolverata di vaniglia in polvere. Io ho comprato circa un anno fa la piastra su Amazon alla modica cifra di 20 Euro circa e me la sto godendo tanto. Se non hai la piastra e non intendi acquistarla, puoi utilizzare una padella antiaderente in buonissimo stato e formare degli ottimi pancake. Spero che questa ricetta vi piaccia, attendo i vostri commenti e consigli, grazie! Ciao, alla prossima! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram Grazie! :-D

giovedì 27 agosto 2015

Il mio libro !


Buongiorno :-) Ci sono grandi novità! No tranquilli, non mi sono trasformata nella dea Kālī anche se la foto potrebbe trarre in inganno ;-) La vera notizia è che tra le mani tengo una copia del mio libro "Più ricette sane meno ricette mediche" ancora calda di stampa, ben 204 pagine di cucina, consigli, fotografie e vita quotidiana! Che dire... Mi vengono in mente tante cose; mi sento commossa, emozionata, felice, entusiasta, fiera... Grata agli amici, alla mia famiglia che mi hanno supportata e sopportata, a ‪Macro Edizioni‬ la casa editrice che ha creduto in me e nel mio progetto, al prof. Franco Berrino per i suoi insegnamenti e per la sua voglia di restituire una corretta informazione, a Barbara Giovanetti; autrice televisiva e Amica per il suo contributo e a tutte/i voi che grazie al vostro sostegno mi avete aiutata a realizzare un sogno!


venerdì 21 agosto 2015

Chia Pudding Mipiacemifabene ;-)


Buongiorno :-) Oggi voglio salutarvi con una nuova ricetta per la colazione, tra le mie preferite di questo periodo; il Chia Pudding! Una sorta di budino ultraleggero che si prepara in un gesto e che regala grandi soddisfazioni al palato. I semi di chia sono ricchi di antiossidanti e di Omega 3, aiutano a fare funzionare bene l'intestino e si dice che abbiano anche proprietà dimagranti (proviamo ;-) ). Con i semi di chia ci si può davvero sbizzarrire; io oggi ho deciso di proporvi una ricetta base ma si possono creare un'infinità di variazioni sul pezzo! La chia è "magica" infatti è sufficiente mescolare i semi con latte, acqua, yogurt o succo di frutta, fare riposare durante la notte e al mattino trovarsi un delizioso e confortante budino bello e pronto al gusto che preferiamo senza fare la minima fatica e senza accendere il fornello. Ecco le dosi per una porzione di chia pudding...




Ingredienti:
1 cucchiaio colmo di semi di chia
1 dattero Medjoul tritato o 1 cucchiaio di uvetta (facoltativo)
120 g di latte di riso
Scorza di limone qb
Vaniglia in polvere qb
Frutta a piacere qb

Procedimento:
Trasferisci i semi di chia in un piccolo bicchiere, aggiungi il latte di riso, il dattero se ami i sapori più dolci (per me è perfetto al naturale), 1 cucchiaino scarso di scorza di limone, la vaniglia e mescola con una forchetta. Copri con pellicola per alimenti e riponi in frigo per 2 ore o 1 notte intera. Quando il composto si sarà rappreso aggiungi la frutta che preferisci e guarnisci con un'altra spolverata di vaniglia e un pizzico di scorza di limone. Il Chia Pudding Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter su youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram Grazie e a presto! :-D 

lunedì 17 agosto 2015

Serata AperEAT che Mipiacemifabene al nona di Riccione martedì 25 agosto 2015


Buongiorno :-) Spero abbiate trascorso un buon Ferragosto. Il mio è stato un Ferragosto bagnato con tanto di tromba d’aria e diluvio… Ma quando sei in buona compagnia poco importa che tempo ci sia (questa me la devo segnare)! Ed è proprio il caso di dirlo; infatti “grazie al cielo” anche l’aria è cambiata e stamattina è molto più fresco, tanto da farmi venire voglia di indossare un golfino e accendere il forno per cuocere delle ottime pastarelle tutte naturali, preparate con lievito madre, farina umbra semintegrale macinata a pietra, profumate alla vaniglia, cannella, scorza di limone e arricchite con una cascata di uvetta, senza zucchero né sostituti vari. Colazione ricca ma sana per un pieno di energia! Ecco la foto pubblicata stamattina sui miei canali Instagram e Facebook e twitter


Questi mesi sono stati all’insegna degli impegni, delle vacanze risicatissime e dell’attesa… Eh si, perché è vero che siamo ancora in agosto, nel cuore pulsante dell’estate, ma settembre si avvicina e quest’anno porterà con sé l'uscita del mio libro “Più ricette sane meno ricette mediche”. Domenica 13 ci sarà il lancio ufficiale al Sana di Bologna nello stand di Macro editore con tanto di cooking show e dal 18 verrà distribuito in tutte le librerie ma se intanto ne volete un assaggino (è proprio il caso di dirlo visto si parla di ricette), potete scaricare gratuitamente l’estratto sul sito della casa editrice Macro. Per ora non resta che protrarre ancora un po’ l’attesa e pazientare, continuando a godersi l’estate e gli eventi all’aria aperta. In questi mesi non sono mancate le occasioni per conoscere persone e andare alla scoperta di posti nuovi… Nel mio post vorrei parlarvi del “nona” di Riccione e della serata AperEAT che Mipiacemifabene in collaborazione con lo Chef del locale e ricordarvi che MARTEDI’ 25 AGOSTO si replica con una nuova serata all’insegna dell’aperitivo gustoso e salutare, preparato sapientemente da Antonio Palmisani su mie ricette. Il locale è stupendo e molto ampio, si erge con le sue tende di un bellissimo viola brillante sul lungomare di Riccione e si affaccia sul mare! Cornice fantastica dove ognuno può scegliere la sua situazione ideale, infatti oltre ad avere tavoli direttamente sulla passeggiata della via principale, ha anche un ampio interno con aria condizionata, una terrazza che si affaccia sulla spiaggia, una zona che vanta di tavolini direttamente sulla sabbia e un’altra area forse più indicata a chi si vuole concedere in totale piacevolezza un aperitivo o un dopocena, spaparanzato su poltrone comode e tavolini bassi adagiati su un tappeto d’erba fresca ben curato… Se ancora non vi basta, sappiate che potete anche sorseggiare un cocktail o un estratto di frutta su un moscone a remi installato su una piccola spiaggetta ricreata vicino al bar esterno! La mia zona è colma di locali ma questo in particolare mi ha colpito per l’originalità, la qualità, la cura nei particolari e la continua ricerca, infatti ogni settimana trovo qualcosa di nuovo :-D La sensazione che regala è quella di sentirsi in vacanza anche per me che vivo a Rimini! Il gestore Gian Maria Emendatori è un ragazzo giovane, vulcanico, pieno di idee brillanti che ama realizzare. Grazie a lui e ai suoi collaboratori, il locale è in continuo movimento. Ad accompagnarlo in questo viaggio c’è un fior fiore di Chef; Antonio Palmisani che prepara piatti speciali dall’alto della sua esperienza. Esperto cuoco e persona colta ma accomodante e semplice, in continua ricerca che non si sottrae mai alle novità; nella serata dedicata a Mipiacemifabene si è gentilmente prestato a preparare di sua mano piatti suggeriti dalla sottoscritta seguendo le linee guida del mio blog, ricreando così pietanze da chef, gustose e salutari preparate con ingredienti vegetali e di altissima qualità. A fare del locale un posto di buona reputazione c’è anche un esercito di camerieri veloci, bravi e cordiali con i quali, nei pochi momenti liberi mi soffermo volentieri a chiacchierare e baristi esperti e creativi che preparano cocktail deliziosi impreziositi da frutta fresca e fiori. Al nona inoltre potrete sorseggiare anche il buon vino biodinamico della Tenuta Mara, azienda vitivinicola che si sviluppa sulle morbide colline di Riccione e più precisamente a San Clemente, dove si produce un solo vino, il MaraMia; un Sangiovese di Romagna pregiato, biodinamico ed unico nel suo genere. Nasce da uve che crescono ascoltando le note mozartiane diffuse nella vigna e riposa nelle botti cullato dalle sonorità dei canti gregoriani :-) Il nona ha un menu che propone tante cose, quindi un locale adatto a tutti, ottimi ed originali anche i piatti vegani io personalmente ho testato e gustato più volte il sushi e la pizza veg, ve li consiglio! Ecco una foto del mio roll vegano preferito; tanto avocado dentro e fuori, fragole, alga nori, panko per conferire una nota di croccantezza, sesamo tostato e zenzero marinato...


Insomma se passate dalle mie parti non potete non fare visita al locale e ricordate che martedì 25 agosto vi aspetta l’aperitivo che Mipiacemifabene; io ci sarò ;-) Adesso vi lascio un po’ di foto.
Qualche veduta del nona lato spiaggia, un'oasi sul mare...









Il nona lato lungomare...





Il gestore del nona Gian Maria...





Un Arcimboldo di frutta fresca creato dallo Chef Angelini per la serata che Mipiacemifabene, bravo cuoco e campione di intaglio...





Il menu del nona...





Il menu della serata AperEAT che Mipiacemifabene...







Incursione in cucina durante i preparativi...

Le decorazioni e la scenografia dello Chef Palmisani e alcuni piatti dell'aperitivo che Mipiacemifabene...

















Della serie non è solo bravo... Vi presento lo Chef Antonio Palmisani!







Un saluto da Gian Maria, lo Chef Palmisani, da me, dall'Arcibaldo di frutta fresca, dallo Chef Angelini e dalla sua bellissima figlia! Vi aspettiamo martedì 25 agosto per un aperitivo gustoso e sano che Mipiacemifabene al nona di riccione ;-)



Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram Grazie! :-D

lunedì 10 agosto 2015

Pesto di Melanzane Mipiacemifabene ;-)


Buongiorno :-) Eccomi con una nuova videoricetta perfetta per questa stagione e il pranzo/cena di Ferragosto. Il pesto di melanzane è preparato con ingredienti di origine vegetale e bio, delizioso, di facile realizzazione e sano, ideale per vegani e vegetariani. La presenza del pomodoro crudo e del basilico rendono questo piatto ancora più gustoso e fresco. Nel mio caso è anche un piatto del recupero; quando avanza qualche melanzana grigliata è il momento giusto per preparare questo piatto che diventa così un piatto ad impatto ambientale bassissimo... Molta resa e poca spesa! Se non amate particolarmente questa verdura, potete utilizzare le zucchine. Il pesto di melanzane Mipiacemifabene ;-) Vi lascio subito la videoricetta e i dettagli e vi ricordo che se mi seguite e trovate contenuti interessanti e utili sul mio blog, potete decidere di votarlo ai Macchianera Italian Awards 2015. Per fare si che il tuo voto non venga annullato devi esprimere la tua preferenza in almeno 8 diverse sezioni, inserire il tuo nome o pseudonimo e la tua email (solo per verificare se sei una persona vera, non riceverai mai messaggi), e puoi esprimere la preferenza per Mipiacemifabene nelle categorie che ritieni più adatte inserendo i link corretti in NON più di 4 categorie altrimenti il voto verrà annullato. Ringrazio in anticipo tutte/i coloro che dedicheranno a me anche solo 1 minuto di tempo prezioso, GRAZIE! Se vuoi infondo al post trovi la scheda da compilare. Ma torniamo alla nostra ricetta! Dove eravamo rimasti? Ah ecco...




Ingredienti:
400 g di pici o spaghettoni
1 melanzana grigliata
1 mazzetto di basilico fresco
2 cucchiai di sesamo tostato
1 piccolo limone (il succo)
1 piccolo spicchio d'aglio
3 pomodori rossi ben maturi
3 cucchiai di olio evo
Sale marino integrale qb
Acqua di cottura qb

Procedimento:
Metti sul fuoco l'acqua per la pasta e salala leggermente. Trita grossolanamente le melanzane, trasferiscile nel cutter insieme al basilico, al sesamo tostato, al succo di limone, aggiungi l'aglio e frulla il tutto fino ad ottenere una crema.trasferiscila in una ciotola, unisci il pomodoro fresco a dadini e un pizzico di sale. Cuoci la pasta, scolala al dente e conserva un po' di acqua di cottura che servirà per rendere ancora più cremosa la salsa. Unisci la pasta al pesto, mescola, aggiungi un altro po' di pomodoro fresco, qualche fogliolina di basilico e gusta. Se vuoi puoi aggiungere un po' di pepe appena macinato e un filo d'olio extra vergine di qualità. Un piatto che profuma di Mediterraneo, ideale per l'estate! Il Pesto di Melanzane Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram Grazie! :-D

venerdì 31 luglio 2015

Latte di Canapa

Buongiorno :-) Oggi vorrei proporvi una ricetta di autoproduzione davvero semplice ma molto utile; impariamo a fare insieme il latte di canapa con un video tutorial che illustrerà passo a passo i pochi semplici passaggi. Il latte di canapa ha un sapore deciso che ricorda la nocciola con una sfumatura amarognola. Io lo adoro così al naturale oppure com un po’ di caffè d’orzo ma si può utilizzare come base per frullati o aromatizzare a piacere. Se preferite potete apportare alcune varianti, ad esempio se amate il gusto dolce potete aggiungere 2 datteri Medjoul e frullarli insieme ai semi oppure aggiungere vaniglia, cannella, scorza di limone o cacao. Il risultato sarà comunque una bevanda nutriente e proteica ricca di Omega3, sali minerali e vitamine! Io l’ho preparato più volte e ho scelto di condividere con voi una mia versione che prevede meno ore di ammollo rispetto a quelle consigliate solitamente, questo perché i semi di canapa tendono ad irrancidire vista l’alta percentuale di grassi buoni anche per questo vi raccomando di consumare la bevanda subito o comunque entro la giornata e possibilmente evitate di sottoporla a temperature elevate; berla fredda o a temperatura ambiente è la miglior cosa per assicurarsi tutti i nutrienti di un alimento così ricco. Credo di avervi detto tutto ma se avete bisogno di qualche consiglio e se qualcosa non è chiaro come al solito sapete dove trovarmi :-) Ecco cosa serve nel dettaglio…




Ingredienti: 
100 g di semi integrali di canapa 
600 ml di acqua di fonte (di bottiglia) 
1 pizzico di sale marino integrale 

Procedimento: 

Metti a bagno i semi di canapa dalle 3 alle 6 ore. Trascorso il tempo lavali e scolali bene poi trasferiscili in un contenitore. Coprili a filo con parte dell’acqua, aggiungi un pizzico di sale marino integrale e frulla finemente a immersione per qualche minuto fino ad ottenere una consistenza vellutata. Incorpora il resto dell’acqua, mescola e fai riposare 30 minuti circa poi filtra il tutto con un colino foderato con un canovaccio ben pulito e lavato senza ammorbidente. Pressa il composto con l’aiuto di un cucchiaio e strizza bene la polpa (detta anche okara) all’interno del tessuto. Riutilizza la polpa i canapa per arricchire pane, focacce o biscotti. Otterrai così un latte vegetale ricco e corposo che potrai utilizzare come meglio credi. Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram Grazie! :-D

giovedì 23 luglio 2015

La Serata che Mipiacemifabene al nona di Riccione


Io e lo Chef Antonio Palmisani vi aspettiamo 
Martedì 28 luglio 2015
per una serata speciale che Mipiacemifabene nella splendida cornice 
del nona di Riccione
v. Torino 29 Lungomare Riccione
In collaborazione con Tenuta Biodinamica Mara
Per info: 0541 602465