Iscriviti a mipiacemifabene ;-)

Facebook

lunedì 23 gennaio 2017

La Pasta Nocina


Buongiorno! Oggi con questa nuova video ricetta, vi do uno spunto per preparare un primo piatto gustoso, sano che si prepara in pochi minuti, per alleggerire così questo lunedì che apre una nuova e impegnativa settimana. Io ho utilizzato della pasta glutenfree, devo dire non male, anche se (non ci crederete) sono stata ingannata dalla confezione che riportava la dicitura “pasta di quinoa”, in realtà solo quando sono arrivata a casa ho scoperto che la quinoa era utilizzata più che altro a scopo pubblicitario, visto che praticamente era tutto mais con una percentuale bassissima di quinoa… Vabbè, poco male ma sono caduta nella trappola, cose che capitano quando si va di fretta al supermercato ma l’esperienza insegna che poco bisogna fidarsi delle informazioni riportate sull’involucro degli alimenti, a volte un po’ fuorvianti e solo a scopo pubblicitario. Chiudo parentesi, ecco qualche consiglio per voi per la realizzazione del piatto: 
Per la salsa io ho scelto delle noci pecan che avevo trovato alla Conad ma vanno benissimo anche le noci classiche. L’uso dell’aglio non è obbligatorio ma consigliato. Non vi piace? Al limite potete decidere di metterne una punta ma la sua presenza conferisce decisamente un valore aggiunto alla ricetta. Per quanto riguarda il lievito alimentare in scaglie, potete tranquillamente farne a meno se non ce l’avete in casa ma magari aggiungete una spolverata di noce moscata e un pizzico appena di scorza di limone bio per dare un accento al vostro condimento. Ecco, credo di avervi detto tutto, ora vi lascio agli ingredienti e al procedimento…






Ingredienti per 4 persone:

400 g di pasta
Sale grosso qb
70 g di noci pecan o classiche
1/2 spicchio d’aglio privato del germoglio 
1 cucchiaio raso di erba cipollina
1 pizzico di sale marino integrale
1 cucchiaio di succo di limone
140 g di acqua (meglio se di cottura)
1 cucchiaio di lievito alimentare 
Olio evo qb
Pepe qb

Procedimento:

In una pentola capiente, porta a bollore l’acqua leggermente salata e butta la pasta, preleva 140 g di acqua, trasferiscila all’interno di un boccale insieme alle noci, l’aglio, l’erba cipollina, il sale, il succo di limone, il pepe, il lievito alimentare (in alternativa una spolverata di noce moscata e un pizzico di scorza di limone) e frulla finemente il tutto a immersione fino ad ottenere una salsa vellutata. Scola la pasta al dente (mantieni sempre un po’ di acqua di cottura nel caso fosse necessaria) unisci il condimento e mescola. Distribuisci nei piatti e guarnisci con qualche noce sbriciolata, un goccio di olio extra vergine di qualità, o olio di noce, una macinata di pepe e l’erba cipollina. La Pasta Nocina è un piatto delizioso, salutare e veloce che decisamente Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram 
Trovate il mio libro "Più Ricette Sane Meno Ricette Mediche" (Macro Edizioni) su Amazon , sul sito di Macrolibrarsi, in versione pdf su Gruppo Macro Grazie! :-D 

lunedì 16 gennaio 2017

Buoni Propositi e 2 Ricette - BUON ANNO!


Buongiorno ma soprattutto buon anno!!! Mi auguro che questo 2017 ci sia favorevole e che scorra sereno senza grossi scossoni… Ormai siamo tutti rientrati in carreggiata dopo la lunga pausa natalizia, spero abbiate trascorso momenti felici insieme ai vostri cari, magari in compagnia di qualche mia ricetta. A proposito; mi avete inviato tante foto del mio libro e dei miei piatti realizzati da voi, non immaginate quanto mi abbiate resa felice! Grazie ancora per il pensiero e per il vostro affetto, questo per me è un regalo di Natale di inestimabile valore. In questi giorni ci siamo godute il tempo investendolo in relax e passioni ma dobbiamo cercare di continuare a ritagliarci il giusto spazio per nutrire l’anima anche quando si lavora, VIETATO aspettare le prossime vacanze per farlo! Non possiamo negare che abbiamo mangiato tutti un po’ di più del solito e abbiamo fatto qualche strappo alla regola ma Natale viene una volta all’anno e un pizzico di trasgressione a tavola ci sta, direi che qualche occasionale peccatuccio è quasi salutare soprattutto per la mente ;-) Quindi niente panico perché nelle prossime settimane avremo tutto il tempo per riprendere le buone abitudini e dedicarci a noi. Tenendo presente tutte queste cose, adesso è tempo di stilare la nuova lista dei buoni propositi per questo 2017… Ecco i miei insieme a qualche consiglio per voi:

1) Mangiare cibo sano e moderarmi con le porzioni (eh si, perché non conta solo la qualità).
2) Consumare almeno 3 volte alla settimana cereali integrali in chicco scegliendo tra orzo, miglio, grano, grano saraceno, riso, sorgo, quinoa, amaranto, farro, avena, fonio, segale…
3) Variare più possibile la mia alimentazione dando tanto spazio ai cibi vegetali freschi e limitare quello animale.
4) Preferire sempre verdura e frutta fresche di stagione, possibilmente bio e a km zero e proporre ad ogni pasto almeno 2 tipi di contorno. 
5) Fare un piano del menu settimanale per evitare sprechi ed essere certi di garantire la varietà a tavola e al supermercato evitare di scegliere il prodotto del momento che ci strizza l’occhio sulle scansie per non trasformarci in vittime del consumismo.
6) Proporre almeno 5 volte alla settimana legumi, possibilmente variandone la tipologia. Non esagerare con le dosi per evitare gonfiori e per non eccedere con l'apporto proteico, sono sufficienti 2 cucchiai per ogni pasto. (Il mio pensiero va ai luoghi colpiti dal terremoto e più in generale, alle persone che stanno attraversando periodi difficili. Ordinare possibilmente legumi dalle aziende delle città in maggiore difficoltà per favorirne la ripresa economica. In fondo al post, prima delle ricette vi lascio qualche link).
7) Cucinare con amore e provare a coinvolgere nelle preparazioni gli ospiti e i piccoli per tramandare la cultura della buona e sana cucina.
8) Concedersi qualche snack salutare a base di semi e frutta disidratata, per fare un pieno di vitamine e Omega3 e per non arrivare troppo affamata ai pasti principali.
9) Consumare occasionalmente pesce fresco e di piccola taglia, evitare i pesci grandi che accumulano alte quantità di metalli pesanti dannosi per la salute e quelli di allevamento alimentati male e cresciuti in ambienti poco etici.
10) Muoversi! Evitare di cedere alle lusinghe del divano e fare attività fisica, non è necessario iscriversi in palestra, si può fare moto senza spendere un euro! L’importante è la costanza, quindi almeno 3 volte alla settimana camminate a passo veloce, fate aerobica o andate in bicicletta per almeno 35 minuti e ogni giorno preferite le scale o i percorsi a piedi. Il nostro metabolismo ci ringrazierà.
11) Leggere, leggere leggere! Non solo libri di cucina, non solo articoli sull’alimentazione; abbiamo bisogno di allargare i nostri orizzonti e di sognare per alimentare le nostre idee e per conferire nuove sfumature alla nostra vita.
12) Meditare e respirare. Non ci sono scuse, 10 minuti al giorno si trovano sempre per una buona e sana pratica che dobbiamo lentamente trasformare in consuetudine.
13) Sorridere. A volte un sorriso può fare svoltare in positivo una giornata buia e rendere più colorita anche quella delle persone a cui lo rivolgiamo.
14) Quando si parla di progetti non utilizzare il condizionale o il futuro come “farò” o “vorrei” e sostituire con “voglio” perciò “faccio”. Il mantra per il 2017; mettere in pratica!
15) Dedicare agli amici, alle sorelle/fratelli, ai genitori, ai nipoti non solo il weekend ma più tempo anche nei giorni di lavoro, tutto tempo guadagnato che aiuta ad affievolire i ritmi frenetici della settimana e a rigenerarci.
16) Rispettare il proprio lavoro, impegnarsi a renderlo socialmente utile per dare un senso alla nostra vita, amare le persone che ruotano intorno a noi, ringraziarli e non dare tutto per scontato… Niente e nessuno lo è! Ogni giorno possibilmente aiutare il prossimo con piccoli gesti, avere un atteggiamento positivo nei confronti della vita nonostante gli ostacoli. 
17) Risparmiare, non spendere per cose superflue come cosmetici o vestiti e riciclare il più possibile.
18) Limitare l’uso di plastica. Andiamo a fare la spesa con le nostre buste, evitiamo di acquistare prodotti imballati e fasciati con cellophane e utilizzare meno pellicola per alimenti e piatti di plastica. L’ambiente ringrazierà.

Ecco questi sono i miei propositi per l’anno appena iniziato. Quali sono i vostri? Se vi va scrivetemeli qui sotto. Prima di darvi le ricette che ho riservato per voi ci tenevo a segnalarvi alcune aziende umbre per aiutarle ad alimentare la ripresa economica dopo il sisma che le ha colpite. In questa ricerca si è rivelata preziosa Daniela Brughini, una cara persona che ringrazio pubblicamente visto che, nonostante i suoi innumerevoli impegni ha sempre un pensiero gentile per il prossimo. Quindi; GRAZIE DANIELA! Ecco i link alle aziende (Naturalmente vi consiglio di preferire i prodotti vegetali). Moscatelli Tartufi Norcia - Brancaleone da Norcia - Ansuini Norcia 

Ci tenevo anche a lasciarvi due semplici ricette che ho preparato durante queste vacanze; il pane con i semi a lievitazione naturale per fare delle ottime e salutari colazioni o per accompagnare i vostri pasti nei prossimi giorni e gli onigiri giapponesi; naturalmente una mia interpretazione da non mettere a confronto con gli originali (anzi, mi scuso già per la mia imprecisione con i miei follower giapponesi) ;-) Ed ecco a voi le foto e gli ingredienti nel dettaglio…

Pane ai semi





Ingredienti:
200 g di pasta madre rinfrescata
300 g di acqua di fonte 
450 g di farina semintegrale tipo 1
150 g di farina integrale di farro
10 g di olio evo (circa 1 cucchiaio)
1 pizzico di sale
Semi misti qb

Procedimento:
Sciogli la pasta madre con l’acqua poi aggiungi le farine premiscelate, l’olio, il sale, mescola con un cucchiaio poi impasta per 10 minuti circa fino ad ottenere una consistenza elastica che non si attacchi alle mani. Ora puoi procedere in due diversi modi che ti elenco di seguito:
Metodo 1) Ungi leggermente la superficie della pagnotta, riponila in in un sacchetto gelo e lasciala riposare dalle 8 alle 12 ore in frigorifero (ideale preparare l’impasto alla sera e lasciarla una notte intera). Trascorso il tempo portare l’impasto a temperatura ambiente e lavorarla su una spianatoia leggermente infarinata. In seguito dai la forma al tuo pane e riponilo in una teglia che lo contenga ai lati o eventualmente in uno stampo apposito. *Segue sotto il procedimento comune
Metodo 2) (per questo caso consiglio il rinfresco del lievito la sera prima con impasto al mattino). Ungi leggermente la superficie, trasferisci in una ciotola, fai qualche taglio, copri con pellicola o con un piatto e lascia riposare per 3 ore circa. In seguito spolvera con poca farina la spianatoia e conferisci la forma al pane poi riponilo in una teglia che lo contenga ai lati o eventualmente in uno stampo apposito. *Segue sotto il procedimento in comune

*Inumidisci la superficie con le mani massaggiando per qualche secondo, spolvera con i semi (io ho utilizzato semi di papavero e sesamo ma consiglio anche i semi di lino), crea dei tagli per evitare che si rompa la crosta in cottura e lascia riposare dalle 4 alle 6 ore, dipende molto dalla temperatura, se è più caldo lieviterà prima. E’ importante che la lievitazione avvenga in un luogo riparato, lontano da correnti d’aria e al riparo dagli urti (io utilizzo sempre il forno spento). Scalda il forno a 200°, dopo 10 minuti abbassa a 180° e cuoci per 45 minuti circa in modalità “statico”. Poi elimina l’eventuale stampo e lascia raffreddare su una griglia sospesa per non fare trattenere umidità alla pagnotta. Il pane con la pasta madre si conserva anche per una settimana all’interno di un sacchetto di carta (importante non di plastica) o avvolto in un panno in tessuto naturale, ben pulito ma lavato senza ammorbidente.

Onigiri Mipiacemifabene ;-)




Ingredienti per 12 pezzi circa:
400 g di riso semintegrale
750 g di acqua
1 pizzico di sale marino integrale 
2 cucchiaini di aceto di riso o di mele
1 foglio di alga nori
Prugne umeboshi o in alternativa carciofini o pomodori secchi sott’olio qb

Procedimento:
Lava bene il riso in un colino a trama fitta, scolalo bene poi trasferiscilo in un pentolino insieme all’acqua, aggiungi il sale e porta a bollore poi abbassa al minimo, corpi col coperchio e cuoci per 15 minuti circa fino a totale assorbimento dell’acqua. Aggiungi l’aceto di mele, mescola e trasferisci il riso in una largo piatto per favorirne il raffreddamento. Con le mani umide distribuisci un cucchiaio di riso in una mano, forma una cavità e riempila con 1/3 di prugna umeboshi o in alternativa 1/2 carciofino o 1/2 pomodoro secco tritati. Aggiungi un altro cucchiaio di riso e modella una polpetta conferendole una forma triangolare poi cerca di appiattire la base e aggiungi un pezzetto di alga nori per renderlo più maneggevole. Gli onigiri sono molto diffusi in Giappone, vengono consumati come se fossero dei panini e portati spesso al lavoro nel classico “bento” in accompagnamento ad altre portate e vegetali. Sono facilissimi da realizzare e soprattutto rappresentano un ottimo spezzafame e se arricchiti con proteine vegetali come tofu o legume o in alternativa con pesce fresco possono diventare un ottimo e sano piatto completo. Gli ingredienti sono pochi e a maggior ragione la qualità della materia prima deve essere buona. Il mio consiglio è quello di utilizzare del riso semintegrale per un minore impatto glicemico. Quando sarete più esperte consiglio di passare a riso integrale (il tempo di cottura sarà il doppio) e se vi piace consumarli spesso potete pensare di alternare i cereali come miglio o grano saraceno… Sarà comunque una ricetta gustosa e sana che… Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram Trovate il mio libro "Più Ricette Sane Meno Ricette Mediche" (Macro Edizioni) su Amazon , sul sito di Macrolibrarsi,
la versione in pdf su Gruppo Macro Grazie! :-D

martedì 20 dicembre 2016

Gingerbread veg e sugar free -Idea regalo


Buongiorno! Oggi ho una nuova idea per il tuo Sano Natale; Gingerbread vegan e sugarfree! Ricetta gustosa e sana, senza aggiunta di zuccheri con un avvolgente profumo speziato che ci riconduce alle feste. Una deliziosa idea regalo fatta con amore, perfetta come segnaposto per i tuoi invitati. Il consiglio è quello di utilizzare vasetti riciclati così il tuo sarà un dono ecologico che potrai personalizzare con un'etichetta sulla quale scrivere un augurio e un pensiero dedicato. A casa mia sono piaciuti a tutti e mi sento di consigliarteli. Fammi sapere se il video ti piace e se ti va metti il pollice in su e iscriviti al mio canale YouTube Mipiacemifabenetv Ed ora vi auguro BUONA VISIONE!







Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram  Trovate il mio libro "Più Ricette Sane Meno Ricette Mediche" (Macro Edizioni) su Amazon , sul sito di Macrolibrarsi, in versione pdf su Gruppo Macro Grazie! :-D


lunedì 19 dicembre 2016

Dai Peso al Natale - Mipiacemifabene per AMREF


Buongiorno lettrici/lettori e buon inizio settimana :-) Insieme parliamo sempre di alimentazione e cibo e anche oggi voglio continuare a farlo ma in modo diverso... A volte dimentichiamo che esiste un mondo parallelo dove tante persone ancora non hanno accesso al cibo e all'acqua... Difficile concretizzare questo pensiero quando nella nostra società abbiamo più problemi legati agli eccessi per il troppo cibo industriale. Un paradosso vero e proprio che divide nettamente la nostra esistenza con quella dei paesi poveri! Quest'anno sono ambasciatrice di AMREF che con l'iniziativa "dai peso a chi non c'è l'ha", ha l'ambizioso progetto di mettere fine alla malnutrizione infantile in Africa. Ho detto "ambizioso" non impossibile! Infatti se è vero che un bambino malnutrito rischia di non sopravvivere ai suoi primi cinque anni di vita è anche vero che con un piccolo aiuto a sostegno di questa associazione no profit, possiamo essere noi stessi a cambiare le cose. Se volete sul sito di Amref (www.amref.it) trovate tante idee per fare dei regali solidali, conferendo così un valore inestimabile al vostro Natale 🎁Potete scegliere di regalare il menù degli chef #cracco #bowerman e #canavacciuolo o scegliere i regali del cuore ❤️ Altrimenti potete decidere di fare una donazione libera seguendo le indicazioni sul sito. Non si devono necessariamente elargire cifre alte, a volte è sufficiente fare anche una donazione simbolica ma vi prego, facciamolo tutte\i! Giobbe Covatta con poche ma esaustive parole ha reso l'idea: "Basta poco... Che ce vò"?! Quindi possiamo tutti contribuire. Grazie mille per il vostro preziosissimo aiuto 💝💖💞 #mipiacemifabene #daipesoalnatale #me #amref #health #africa #italia #federicagif #giobbe #bastapocochecevo http://bit.ly/DoniSolidaliAmrefNatale Se lo ritieni opportuno condividi questo post! Amref Health Africa - Italia



Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram 
Trovate il mio libro "Più Ricette Sane Meno Ricette Mediche" (Macro Edizioni) su Amazon , sul sito di Macrolibrarsi, in versione pdf su Gruppo Macro Grazie! :-D

mercoledì 14 dicembre 2016

Crumble con Crema al "Mascalzone"


Buongiorno! Oggi ho una nuovissima ricetta dolce tutta per voi che guarda con ironica irriverenza al classico mascarpone, visto che ha a suo vantaggio tanti aspetti positivi, non solo per la gola anche per l'organismo! Una crema golosa e voluttuosa, completamente libera da zuccheri raffinati, naturalmente dolce, tutta vegetale, morbida e vellutata. Gli anacardi, ingrediente base di questa ricetta, sono super anche dal punto di vista nutrizionale; contengono vitamine del gruppo B, minerali preziosi come calcio fosforo magnesio e acido oleico che protegge cuore e vasi sanguigni. Aiutano anche ad abbassare il colesterolo cattivo! Quindi ci troviamo di fronte ad un vero e proprio "Peccato di gola senza peccato"! La crema è ottima abbinata al mio crumble di biscotti alla frutta secca, ideale per scaldarsi e coccolarsi durante le feste e speciale da condividere con gli amici per proporre loro una ricetta che li stupirà e li conquisterà. Insomma un mascarpone 2.0... Ecco a voi il Mascalzone! Mipiacemifabene ;-)




Trovate gli ingredienti nelle grafiche della video ricetta.
Procedimento:
Lavate gli anacardi e metteteli a reidratare dalle 5 alle 8 ore. Nel frattempo potete avvantaggiarvi e preparare il crumble alla frutta secca. Accendete il forno e impostatelo in modalità statico a 180°. Trasferite le nocciole in un cutter insieme alla farina, al lievito cremortartaro (io l'ho utilizzato vanigliato), aggiungete il sale marino integrale, la curcuma, la cannella poi unite le albicocche secche e i datteri tritati e le scorze di arancia e limone bio per aromatizzare. Frullate per un minuto circa poi unite l'olio e azionate nuovamente il frullatore per farlo incorporare alla farina. Unite successivamente il latte di riso e impastate. Lavorare un po' l'impasto fino ad ottenere il crumble e trasferitelo in una teglia larga per permettere una cottura più veloce e uniforme. Io a metà cottura ho mescolato con una spatola poi infornato successivamente. Cuocete per circa 25 minuti poi lasciate raffreddare bene il composto. Riprendete i vostri anacardi, sciacquateli e trasferiteli in un frullatore abbastanza potente (se non ne siete provviste può andare bene un frullatore a immersione). Unite un pizzico di scorza di limone, qualche goccia di succo di limone, i datteri, la curcuma, la vaniglia, il sale, l'olio, il latte di riso e frullate fino ad ottenere una consistenza soffice e vellutata. Fate riposare un po' in frigo poi componete il vostro dessert. Distribuite la granola in piccoli bicchierini, aggiungete se volete una bagna a base di caffè d'orzo non zuccherato, aggiungete la crema e spolverate con polvere di caffè d'orzo solubile. E' BUONISSIMO!!! Ed è anche sano! In altre parole... Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram  Trovate il mio libro "Più Ricette Sane Meno Ricette Mediche" (Macro Edizioni) su Amazon , sul sito di Macrolibrarsi, in versione pdf su Gruppo Macro Grazie! :-D

mercoledì 23 novembre 2016

Pizza di Miglio Glutenfree


Buongiorno :-D Oggi vi voglio proporre una ricetta deliziosa e adatta anche agli intolleranti al glutine; la pizza di miglio! Per prepararla occorrono pochissimi ingredienti che uniti a qualche semplice gesto vi permetteranno di gustare una pizza glutenfree, croccante e fumante direttamente a casa vostra. Un'idea anche per variare e arricchire la propria alimentazione con un cereale meno noto ma ottimo sia nel gusto, sia dal punto di vista nutrizionale. Ricco di vitamine del gruppo B, vitamina E, magnesio, zinco, selenio, rame... E' facilmente digeribile e ha proprietà ricostituenti, antinfiammatorie, disintossicanti, antitumorali, aiuta a mantenere la glicemia entro i giusti paramenti e ad abbassare il colesterolo cattivo. É anche ricco di proteine, ha un indice glicemico inferiore rispetto al riso ed è utile per rinforzare e rendere più belli e luminosi capelli, pelle e unghie... Il miglio non deve essere riservato solo ai volatili :-D E' ottimo per preparare insalate di pasta, polenta, polpette o sformati... Ma oggi io vi propongo il cibo simbolo dell'Italia... La Pizza! Ecco tutti gli ingredienti nel dettaglio.

 


Ingredienti:
200 g di miglio
100 g di acqua
1 cucchiaino colmo di lievito a base di cremortartaro
1 pizzico di sale marino integrale
1 cucchiaio di olio evo
Per la farcia:
Pomodori pelati qb
Cipolla rossa qb
Olive snocciolate qb
Rucola qb
Origano qb

Procedimento:
Lava il miglio e scolalo molto bene poi mettilo a bagno per circa otto ore con i 100 g di acqua. Trascorso il tempo aggiungi al miglio e all'acqua (che in parte si sarà assorbita), il lievito, il sale, un cucchiaio abbondante di olio e frulla finemente a immersione, fino ad ottenere una crema liscia. Trasferisci il composto all'interno di una teglia antiaderente spennellata con olio e cuoci in modalità statico a 180° per 20 minuti. Sforna momentaneamente, aspetta un paio di minuti poi capovolgi la base e farcisci con qualche cucchiaio di pomodoro, l'origano, la cipolla affettata, le olive e inforna nuovamente per altri 10 minuti circa. A cottura ultimata distribuisci la rucola e condisci con un goccio di olio... Una ricetta gustosa, sana e senza glutine che... Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram 
Trovate il mio libro "Più Ricette Sane Meno Ricette Mediche" (Macro Edizioni) su Amazon , sul sito di Macrolibrarsi, in versione pdf su Gruppo Macro Grazie! :-D

Federica Gif Nomination Miglior Foodblogger 
SCHEDA PER LA VOTAZIONE FINALE AI MIA16 
Ecco la scheda per il voto finale. Pochissimi i dati richiesti, solo soprannome e email che servono unicamente a verificare che siate persone in carne ed ossa e di conseguenza la validità dei voti; non vi arriveranno mai messaggi pubblicitari.

DA RICORDARE! Per fare si che la votazione vada a buon fine sarà necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a vostra scelta. Il voto degli utenti pesa al 100% sull’esito finale, in poche parole; la giuria siete Voi! GRAZIE MILLE!


mercoledì 16 novembre 2016

Apple Pie Sugarfree... Mipiacemifabene ;-)


Buongiorno! Sabato scorso, nella mia rubrica a Miracolo Italiano, in onda su Radio Rai 2, ho proposto la mia ricetta dell'Apple Pie che in tante mi avevate richiesto. Se volete, potete riascoltare il mio intervento sul podcast del sito di Radio 2, mi trovate nella puntata del 12/11/2016 intorno al minuto 21, subito dopo la canzone di Marco Mengoni. Ridendo e scherzando insieme a LaLaura e Fabio Canino, ho pensato di suggerire una ricetta filoamericana per lenire gli effetti di queste stressanti elezioni... Per confortarci mi sono orientata proprio su una inedita versione della famosa torta di mele a stelle e strisce. La torta di mele ci mette in pace col mondo e ci riporta alla memoria il profumo rassicurante della casa di nonna... Il "comfort food" per eccellenza! La mia è una versione molto più leggera, senza uova, burro... E come sempre senza zucchero né sostituti vari, ho dolcificato con sola frutta fresca e disidratata per un sapore più naturale ma comunque molto gratificante. Ecco a voi una foto rappresentativa e tutti i dettagli...


Foto tratta dal mio profilo Instagram

Ingredienti per il ripieno:
900 g di mele sbucciate e tagliate a cubetti
100 g di acqua (o succo di mela naturale per un sapore più dolce)
130 g di uvetta (o albicocche secche)
1 cucchiaino di cannella
1 cucchiaio di semi di chia

Ingredienti per l'impasto:
360 g di farina semintegrale
2 cucchiaini di lievito base di cremortartaro
1 pizzico di sale marino integrale
La scorza di 1/2 limone bio grattugiato
50 g di nocciole al naturale (o mandorle)
80 g di olio di girasole bio (o mais o riso)
1 pizzico di vaniglia in polvere
150 g di succo di mela al naturale

Procedimento:

Trasferisci le mele in un pentolino insieme all'uvetta e all'acqua, porta bollore e fai cuocere per 20 minuti circa mescolando di tanto in tanto, frulla un terzo del composto, aggiungi i semi di chia, mescola e lascia raffreddare, nel frattempo prepara l'impasto. Trasferisci in una ciotola la farina insieme al lievito, il sale, alla scorza di limone e mescola il tutto. In un contenitore alto e stretto (ideale quello in dotazione con il frullatore immersione), frulla finemente le nocciole insieme all'olio, al succo di mela e mescola il tutto alla farina. Impasta e quando avrai ottenuto una pagnotta da 650 g circa dividila in due parti (una da circa 380 g e l'altra da circa 270 g). Stendi la parte più grande e trasferiscila all'interno di una teglia (diametro 29, altezza almeno 3 cm), creando un bordo. Distribuisci la farcia, stendi l'altra parte di impasto e copri la superficie. Sigilla bene i bordi, incidi dei taglietti sulla sommità e inforna a 200° per 45 minuti. Servi tiepida o fredda con una spolverata di cannella. L'Apple Pie Sugarfree è una ricetta che decisamente... Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram Trovate il mio libro "Più Ricette Sane Meno Ricette Mediche" (Macro Edizioni) su Amazon , sul sito di Macrolibrarsi, in versione pdf su Gruppo Macro Grazie! :-D

Federica Gif Nomination Miglior Foodblogger 
SCHEDA PER LA VOTAZIONE FINALE AI MIA16 
Ecco la scheda per il voto finale. Pochissimi i dati richiesti, solo soprannome e email che servono unicamente a verificare che siate persone in carne ed ossa e di conseguenza la validità dei voti; non vi arriveranno mai messaggi pubblicitari.

DA RICORDARE! Per fare si che la votazione vada a buon fine sarà necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a vostra scelta. Il voto degli utenti pesa al 100% sull’esito finale, in poche parole; la giuria siete Voi! GRAZIE MILLE!