Iscriviti a mipiacemifabene ;-)

Facebook

martedì 29 marzo 2016

Pasta con gli stridoli


Buongiorno :-) Avete trascorso buone feste? Spero proprio di si. Io ho passato una piacevole domenica con i miei cari amici e dopo avere mangiato decisamente più del solito e avere incorniciato la giornata con uova di cioccolato fondente, ho ritenuto opportuno fare un po' di moto così, visto che mi trovavo nell'entroterra romagnolo, in una bella casa immersa nella vegetazione selvaggia, mi sono avventurata nel bosco adiacente, alla ricerca di erbe selvatiche commestibili insieme a persone esperte. Quanto mi piace questa usanza! Trovo affascinante il fatto di potere trovare del buon cibo senza doversi recare necessariamente al supermercato ed è una sicurezza pensare che abbiamo un'ottima risorsa di sostentamento a costo zero in caso di necessità. Da bambina qualche volta seguivo la nonna con la quale ho scoperto il tarassaco, la malva, le rosole e la camomilla... Ha provato anche ad insegnarmi a riconoscere altre erbe ma forse da piccola avevo altre cose che mi passavano per la testa che probabilmente distraevano la mia attenzione, così nell'incertezza mi sono astenuta dal raccogliere erbe di dubbia identità... Dunque mi sono persa certi passaggi e oggi provo a colmare le mie lacune studiando su erbari e frequentando corsi ma la teoria abbinata alla pratica è sempre la cosa migliore perché aiuta a fissare bene tutte le informazioni. Così domenica, andando per sentieri con la mia amica Valeriana (nome perfetto per una guida di questo tipo), ho imparato a riconoscere la silene; da noi meglio conosciuta col nome di stridoli o strigoli. Gli stridoli sono squisiti, sono delicati ma allo stesso tempo hanno un carattere ben definito. So che si utilizzano per preparare frittate, per farcire i cannelloni o per le minestre, mescolati insieme ad altre piante ma nella mia famiglia lo stridolo è un po' a senso unico e si utilizza principalmente per preparare un ottimo sugo rosso che in genere si accompagna alle tagliatelle o strozzapreti. Che buoni! Provate a scoprire come si chiamano nella vostra zona, magari leggendo qua e sentite con il vostro fruttivendolo di fiducia se ve li può procurare magari li conosce con uno dei seguenti nomi: bubbolini, calicedda, campanedda, cannatedda, carletti, cavoli della comare, crepaterra, cujet, erba del cucco, erba du predicaturi, fridum, grisol, lidum, minuto, schioppettini, sclopit, scrissoi, scrusciet, sonaglini, spizzoli, strangoli, stridi, stridoli, strigoli, strigual, tagliatelle della Madonna, verzuli, zimoe... Adesso è il periodo giusto per gustarli, ne vale davvero la pena. Se avete dei dubbi vi lascio la foto (un po' alla Alberto Sordi) del mio ottimo piatto di pasta di oggi e la ricetta... 



Ingredienti:
400 g di pasta casereccia 
2 cucchiai di olio evo
1 carota tritata
1 cipolla piccola tritata
1 spicchio d'aglio vestito
1 cucchiaio di sedano tritato
1 cucchiaino di basilico secco
1 barattolo di pelati
2 mazzetti di stridoli ben lavati
Sale marino integrale
Pepe macinato

Procedimento:
Versa l'olio in un pentolino, aggiungi la carota, la cipolla, l'aglio leggermente schiacciato, il sedano, il basilico e fai rosolare dolcemente per 5 minuti circa. Unisci il pomodoro e cuoci per circa 10 minuti fino a fare evaporare parte del liquido di vegetazione. Sala, aggiungi gli stridoli, copri col coperchio e fai stufare per 3 minuti circa. Spegni, elimina l'aglio e fai riposare coperto. Cuoci al dente la pasta in acqua leggermente salata, scolala, condisci con il sugo agli stridoli, aggiungi un goccio di olio extra vergine d'oliva di qualità e una generosa macinata di pepe... Una ricetta che Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram Grazie! :-D

3 commenti:

  1. Mi piacciono molto gli stridoli (da noi chiamati carletti), però di solito li uso nel risotto!!! Bella idea!!!

    RispondiElimina
  2. Come vorrei saper riconoscere le erbe spontanee...questa ricetta mi ispira tantissimo e vorrei proprio poter fare l'assaggio :-P
    Sono felice che le tue feste siano state rigeneranti ^_^ A presto cara <3

    RispondiElimina
  3. buonissima!!! brava brava!!!

    RispondiElimina