Iscriviti a mipiacemifabene ;-)

Facebook

mercoledì 29 ottobre 2014

Come sostituire gli ingredienti malsani



Buongiorno :-)
Oggi vorrei fare una riflessione insieme a voi.
Stamattina tra le varie ricette proposte che si trovano in rete mi sono imbattuta in una che prevedeva:
farina 00, farina manitoba, burro, tanto sale, tanto strutto, tanto zucchero, vanillina, uova, olio per fritto...
Secondo voi cosa c'è che non va?? Di sicuro questo mix non è funzionale, troppo di tutto in un solo colpo. Ma preso singolarmente, quale ingrediente si potrebbe salvare??
Analizziamo per ordine:


-Le farine impiegate nella ricetta sono entrambe raffinatissime e povere di nutrienti fondamentali che hanno perso durante la raffinazione, MOLTO MEGLIO UTILIZZARE FARINE NON RAFFINATE, INTEGRALI, TIPO 1 E TIPO 2 PERCHE' HANNO UN INDICE GLICEMICO PIU' BASSO E CONTENGONO ZUCCHERI NATURALI (CARBOIDRATI) A LENTO ASSORBIMENTO E CONTENGONO NATURALMENTE TUTTE LE PARTI NOBILI ED ESSENZIALI COMPRESA CRUSCA E GERME!



-il burro e lo strutto sono un concentrato di grassi saturi quelli che fanno alzare il colesterolo cattivo e fanno male al cuore. PREFERITE SEMPRE L'OLIO BIO, D'OLIVA, DI GIRASOLE, DI RISO, DI SESAMO E QUANDO POTETE PER LA PREPARAZIONE DI DOLCI UTILIZZATE DIRETTAMENTE I SEMI (MANDORLE, NOCCIOLE, NOCI, SESAMO, SEMI DI LINO, DI ZUCCA)... 



-lo zucchero raffinato fa malissimo perché provoca picchi glicemici con relativo calo successivo che porta al bisogno di compensare con un altro picco e via dicendo... Praticamente si diventa drogati di zucchero, lo sanno bene le aziende che lo producono! LO ZUCCHERO NON ANDREBBE UTILIZZATO MA SI PUO' UTILIZZARE DIRETTAMENTE LA FRUTTA FRESCA E SECCA, SUCCO DI MELA, LATTE DI RISO PER DOLCIFICARE E ABITUARSI A SAPORI PIU' NATURALI E MENO RUFFIANI!



-la vanillina non ha niente di naturale; è un prodotto chimico al profumo di vaniglia... MOLTO MEGLIO LA VANIGLIA IN BACCELLI O IN POLVERE CHE AL CONTRARIO E' RICCA DI ANTIOSSIDANTI ED E' PROFUMATISSIMA! 



-Le uova sono molto grasse, troppo proteiche e contengono colesterolo. Inoltre ci sono meccanismi orribili dietro agli allevamenti delle galline ovaiole, consigliarvi di informarvi in maniera autonoma credo sia la cosa più giusta... SE VOLETE MANGIARE UOVA FATELO SALTUARIAMENTE E PREFERITE COMUNQUE QUELLE BIOLOGICHE. SONO TUTTI BRAVI A FARE I DOLCI O LA MAIONESE CON LE UOVA MA DOVETE SAPERE CHE NON SONO INSOSTITUIBILI. LA MAIONESE COL LATTE DI SOIA E L'OLIO E' MOLTO MEGLIO E PIU' NEUTRA, ADATTABILE A QUALSIASI PIETANZA. NEI DOLCI SI PUO' SOSTITUIRE CON LATTE DI SOIA, SEMI DI LINO MACINATI INSIEME ALL'ACQUA, BANANA, TOFU E TANTO ALTRO.



-Il sale va uilizzato con parsimonia. SCEGLIETE IL SALE MARINO INTEGRALE E SE AMATE I SAPORI SAPIDI PREPARATE DEI MIX DI ERBE AROMATICHE E SALE, GOMASIO, MISO PER LE ZUPPE RICCO DI FERMENTI ED ENZIMI.



-che dire dell'olio per frittura?? Troppo generico! PER FRIGGERE BISOGNA UTILIZZARE OLIO BUONO NON DI CERTO QUELLO "FATTAPPOSTA" CHE SI TROVA AL SUPERMERCATO A PREZZI BASSISSIMI... VA BENE RISPARMIARE QUANDO SI FA LA SPESA MA POI BISOGNA SPENDERE UNA FOLLIA IN FARMACI ; NON SO SE VALE LA PENA... 



Insomma; capisco benissimo che alcune ricette della tradizione prevedano l'utilizzo di certi ingredienti ma dobbiamo pensare che una volta c'era più qualità. Facciamo l'esempio dello strutto; quello che utilizzavano le nostre bisnonne proveniva da maiali che vivevano all'aria aperta, che mangiavano quello che trovavano in natura, non venivano alimentati forzatamente in tristi allevamenti sovraffollati né si nutrivano di mangimi industriali. Inoltre lo strutto si utilizzava perché era più a portata di mano mentre l'olio d'oliva costava troppo e ne disponevano in pochi. Oggi chi non ha una bottiglia di olio in casa? Volendo si trovano anche al supermarket oli bio e di qualità e il costo si è abbassato. Per quanto riguarda lo zucchero posso dirvi che l'uomo non ne ha mai mangiato nella storia. Lo zucchero raffinato è subentrato nel dopoguerra con il boom dei prodotti industriali di bassa lega che via via stanno peggiorando... Quando preparate manicaretti a casa fatelo utilizzando ingredienti sani, così ha veramente un senso autoprodurre! Quando invece non potete fare a meno di comprare prodotti industriali controllate che non contengano zucchero, sciroppo di glucosio, destrosio, fruttosio, aspartame, margarina, strutto/sugna, proteine del latte, grassi idrogenati, olio di palma, farine 0 e 00, fecola, amidi... E tutto ciò che non conoscete; nel dubbio lasciatelo a chi lo vuole vendere! Molti ingredienti pessimi si nascondono dietro a nomi incomprensibili... Se comprate farina, legumi & cereali, frutta fresca e secca, farine non raffinate, verdure e seguite la stagionalità difficilmente sbaglierete acquisti ma guardate sempre con attenzione le etichette e abbiate cura di voi e della vostra famiglia :-)



Vale la pena provare a cambiare voi cosa dite? :-) Io dico che  Mipiacemifabene ;-) 

Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette e se vuoi puoi unirti alla mia pagina di gradimento facebook :-) Grazie! :-D

21 commenti:

  1. Ciao Federica davvero utilissimo questo tuo articolo!l'alimentazione è fondamentale per mantenersi in salute e prevenire molte malattie....ultimamente ho letto un libro davvero interessante di Anna Villarini "prevenire i tumori mangiando con gusto" con tanti consigli utili sull alimentazione, sull importanza di leggere le etichette alimentari e evitare quanto più possibile i prodotti raffinati! Un abbraccio Fede. Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Elisa :-) Se ti interessa quel filone ti consiglio "The China Study" edito da Macro e "in difesa del cibo" di Pollan (che io adoro) Poi in rete puoi trovare il trattato gratuito del Prof. Berrino "in difesa del cibo". Un abbraccio e a presto
      Federica :-)

      Elimina
    2. Si The China Study l'ho già letto qualche mese fa (e diciamo è il libro che mi ha fatto cambiare un po' il tipo di alimentazione)....ora vedo questo libro di Pollan...grazie per il consiglio! Un abbraccio

      Elimina
  2. Ciao Federica! Hai perfettamente ragione e concordo in tutto.
    Devo dire che io sono una che perde molto tempo quando va a fare la spesa. Leggo le etichette, e tante volte faccio anche il confronto tra un prodotto e l'altro.
    Ultimamente la carne la mangiamo una volta alla settimana e cerco di mangiare sempre prodotti di stagione. Tanta verdura, frutta e pesce.
    Quei ingredienti che hai elencato tu e cioè zucchero, sciroppo di glucosio, destrosio, fruttosio, aspartame, margarina, strutto/sugna, proteine del latte, grassi idrogenati, olio di palma, farine 0 e 00, fecola, amidi si trovano in moltissimi prodotti!!!! Ma come si fa a mangiare sano? Nemmeno quello che ce lo vendono per biologico, secondo me non è biologico! Per fare agricoltura biologica servono un sacco di soldi e alle aziende ormai piace vincere facile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sono ricordata un'altra cosa. Purtroppo mi sono accorta solo ieri che il formaggio Grana contiene la lisozima (proteine dell'uovo) e ora mi chiedo...ma che cavolo centra 'sta lisozima con un formaggio che dovrebbe essere naturale???

      Elimina
    2. Ciao Any :-) Hai perfettamente ragione ! Però ci tengo a dirti che io spendo sicuramente molto molto meno della maggior parte delle persone. Il fatto è che quando compri riso, legumi, frutta e verdura, frutta secca, semi ecc, li puoi combinare come vuoi e preparare un sacco di ricette! Io sono sposata ed ho un figlio grande ormai e con 40 euro al massimo alla settimana mangiamo bene ed abbondantemente! Faccio volentieri a meno di comprare prodotti preparati con 100 ingredienti di bassa lega e onestamente non mi mancano. 2 anni fa i miei amici dispettosi hanno regalato a mio figlio un vasetto di nutella.. Dopo averla guardata per un po' ho ceduto, l'ho mangiata e ho pensato che la crema di nocciole appena fatta è molto meglio e non devo neanche prendere l'auto, parcheggiare, fare la fila alla cassa perché in casa ho sempre le nocciole in dispensa! E poi non vedo perché dovrei comprare un prodotto composto da grassi malsani e prevalentemente olio di palma...

      Elimina
  3. Io cerco sempre di stare attenta per quel che posso. Niente zuccheri in settimana, nel weekend solo quello di canna per un dolcino fatti in casa. Uova e burro forse una volta al mese, maionese e fritti forse due/tre volte all'anno.
    Trovo sia molto importante, per quanto possibile, fissarsi delle abitudini quotidiane più sane possibili che consentano di limitare qualche piccolo strappo alla regola (specialmente quando si mangia fuori e non si ha l'occhio su come vengono preparate le portate).
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marghe :-) Credo che ognuno abbia il suo modo per organizzarsi e credo che il tuo sia buono se funziona a limitarti. Anch'io ogni tanto faccio qualche strappo, ad esempio se vado a cena dagli amici che mi propongono la frittata come piatto unico per esempio non è che dico di no; non vedo nell'occasionalità niente di grave però a casa cucino solo con ingredienti di origine vegetale ma non la vedo come limitazione anzi, io adoro la mia cucina e purtroppo si vede perché mangio un po' troppo :-D Devo trovare anch'io un modo per limitarmi :-) Ciao Marghe, un abbraccio ;-)
      F*

      Elimina
  4. Sei speciale cara Federica! Chi ti sta vicino è proprio fortunato! Un bacio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Angela!! Grazie mille cara... sei troppo buona :-) Smack!!!

      Elimina
  5. Ciao Federica! Ben detto, a casa siamo sulla strada giusta, anche se eliminare tutti questi ingredienti di colpo non è semplice, si va per gradi. Io e il mio chef di casa siamo vostri grandi fan (tuoi e di ERON) e speriamo di venire a stringerti la mano prima o poi perché sei davvero brava (e non siamo tanto lontani)! Prima ti seguivo solo su Instagram, ora hai un posticino anche nel mio blogroll! A presto! :)

    RispondiElimina
  6. Carissima Federica, grazie mille per il post utilissimo con il quale concordo pienamente:))io cerco, per quanto possibile, di mangiare sano: consumo tanta frutta e verdura, pesce, prediligo le carni bianche a quelle rosse che consumo piuttosto di rado, cerco di evitare la frittura ma ogni tanto (proprio ogni tanto...) me la concedo, sempre utilizzando un buon olio e non certi mix
    sicuramente scadenti e dannosi per la salute. Per quanto riguarda i grassi so che la margarina è
    il peggiore in assoluto in quanto quello meno naturale rispetto agli altri..lo strutto è presente in tantissime ricette tradizionali, a casa di mia nonna lo utilizzavano in luogo dell'olio, ma era realizzato con i loro maiali, era sano, a tempi ci si muoveva di più e si bruciava tutto: i cibi erano
    più sani,le verdure non trattate così come la frutta, l'aria non inquinata....
    quello che penso io è che bisogna scegliere alimenti di qualità, evitare quelli pieni di conservanti e altre sostanze nocive...realizzare in casa quanto più è possibile e, solo ogni tanto, come sfizio,
    concedersi la frittura utilizzando un buon olio..io penso che faccia male l'eccesso di certe cose
    non consumarle magari una volta al mese o una volta ogni due mesi (conosco persone che mangiano fritture tutti i giorni o quasi e fanno queste cose anche ai loro bambini o nipoti..rabbrividisco..povero fegato!! ).
    Graie mille ancora per il post, l'ho letto veramente con interesse:)))
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
  7. Fantastico elenco di ingredienti ed alimenti da EVITARE!!
    e che si possono sostituire benissimo con altri ben più sani senza perdere gusto!
    Brava! ;-)

    RispondiElimina
  8. Che dire, grazie ancora una volta per questo riassunto, chiaro, efficace, da salvare tutte le volte che si e' al supermercato o a davanti ad una ricetta e non si sa che pesci pigliare!!!

    Grazie, e complimenti per il bellissimo blog.

    Laura

    RispondiElimina
  9. Un post davvero utilissimo Fede, da propagare a macchia d'olio! La salute è un bene prezioso e gran parte ha inizio dalla tavola. Sono felice di sapere che io seguo già tutto alla perfezione..sono orgogliosa di me ed infatti godo di ottima salute e forma fisica :-))))

    RispondiElimina
  10. Ciao Fede grazie per tutte queste info...molte cose le sapevo e per questo ho
    Imparato anche a "leggere le etichette" dei vari prodotti, anche l'olio cerco di prendere solo quello italiano e possibilmente bio, le uova qnd vado dai miei, prendo quelle del contadino di fiducia che so cosa da mangiare e come tiene le sue galline...in città e' più difficile ma basta cercare ed il bio e' sempre una valida alternativa!!! Per le farine dobbiamo abituarci al gusto delle integrali e finché i bimbi sono piccoli e' meglio iniziare...anche se poi bisogna fidarsi di ciò che gli rifilano a scuola! Faccio parte della Commissione Mensa e purtroppo non sempre le richieste delle "mamme attente" vengono prese in considerazione...:(!!! Buona giornata Luisa

    RispondiElimina
  11. Ah dimenticavo, sono negata a friggere e quindi propino l'alternativa al forno ;)!!! Un bacione Luisa

    RispondiElimina
  12. Ciao federica...l'amido di mais è presente anche nel lievito biologico che usiamo per fare i dolci...
    Pensi andrebbe escluso anche quello?
    anche il mio problema è quello della mensa scolastica...e anche tutte le occasioni in cui i bimbi frequentano altri bimbi e altri adulti...purtroppo siamo circondati...e non li si può di certo tenere a casa.
    Per il grana si può ovviare prendendo il parmigiano reggiano che non ha il conservante.

    RispondiElimina
  13. Cara Federica, come non condividere tutto quello che hai scritto...a casa mia fortunatamente ho abbastanza le redini della cucina e della dispensa, e gli ingredienti malsani sono tenuti attentamente alla larga :D
    Quello che mi mette tanta tristezza è vedere spesso ragazzi e bambini che mangiano troppo cibo spazzatura, acquistato anche dai genitori...merendine che dentro hanno tutto fuorché ingredienti genuini...snack e bibite pieni di zuccheri e di sale...capisco anche la praticità dei prodotti pronti, ma se devo far del male alla mia famiglia, piuttosto opto per cose più semplici come una pasta al sugo, un panino alla marmellata, della buona frutta secca o fresca come snack...sono cose alla portata anche delle persone più impegnate...!
    Speriamo con le nostre ricette di riuscire a portare un po' più di consapevolezza anche fuori dalle mura di casa nostra :)
    Un abbraccio, a presto ;)

    RispondiElimina
  14. Cara Federica, complimenti per il tuo blog!
    Come vegano trovo giusti i tuoi consigli a parte qualche piccola cosa. Per es. anche io pensavo che il sale marino fosse il migliore, invece il sale rosa dell'Himalaya è da considerarsi ottimale. In effetti è anch'esso un sale marino ghiacchè milioni di anni fà, era tutto sommerso dall'oceano, ma diciamo che è ricchissimo di minerali ed elementi ad alto valore biologico, tenendo sempr epresente che va usato con molta parsimonia come dici tu. Riguardo al latte di soia, che io evito accuratament eper molti motivi condivido con voi il link di una tesina del dr.Valdo Vaccaro della Scuola igienista naturale, che può interessare molte donne. Riguarda l'eccessivo ed errato utilizzo della soia che le donne in menopausa assumerebbero per aumentare gli estrogeni!
    In effetti la struttura molecolare di un fagiolo, quando viene modificata in salse, latte, hamburger ecc. non è da considerarsi cosi naturale...un caro saluto. francesco del Balzo

    RispondiElimina
  15. Beh, che dire cara Federica, se non GRAZIE di cuore per essere passata da me? Bellissimo blog , bellissimi messaggi e contenuti, ti seguo con grande grande piacere!!
    Piano piano mi cimenterò nelle tante tue ricette che mi incuriosiscono, felice domenica cara :)
    Sandra ♥

    RispondiElimina