Iscriviti a mipiacemifabene ;-)

Facebook

martedì 21 marzo 2017

Frittata Senza Uova agli Spinaci (e un po' di me)...


Buongiorno :-) Sono reduce da un periodo molto intenso da tanti punti di vista. Se mi seguite sui Social, in particolare Facebook e Instagram, saprete cosa è successo alla mia gatta... Purtroppo ha rischiato di morire per avvelenamento a causa delle esche per le lumache che in tanti mettono con troppa leggerezza negli orti senza sapere di avere in mano un agente chimico molto potente e pericoloso che ogni anno uccide tanti animali, non solo lumache appunto, anche i nostri compagni domestici, di piccola e grande taglia, cani compresi... Vi racconto questo per rendere un servizio utile, per sensibilizzarvi sulla questione invitandovi a tenere gli occhi aperti e per mostrarvi le mie bietole, la cicoria, l'insalata colte nel mio piccolo pezzo di terra...




È evidente il passaggio di animaletti ma la cosa mi sembra più che normale; la verdura è buona ed essendo un alimento, non possiamo avere la presunzione che piaccia (e faccia bene) solo a noi! Mi domando; perché dobbiamo usare veleni per un po' di cibo contaminato? Intossichiamo, noi stessi, la terra, le falde e anche gli animali... Scusate lo sfogo ma sono affranta e arrabbiata (anche se questo ultimo sentimento è inutile)... A volte non pensiamo che ad un'azione debba seguire una reazione e invece... Se anche voi vivete in una zona vicino a campi coltivati o a piccoli orti domestici, che abbiate o meno un animale domestico; provate a parlare con le persone che se ne occupano, per spiegare loro che è possibile ottenere verdura e frutta anche senza utilizzare pesticidi, che quelle cose sono dannose anche per l'uomo. Esistono rimedi casalinghi naturali che funzionano contro le lumache, ad esempio circoscrivere le giovani piantine con della cenere e altri ancora. Scusate ma questo evento mi ha fatto molto riflettere e se prima ero già sensibile all'argomento e pro biologico, oggi lo sono ancora di più. E' impensabile per me preferire la quantità alla qualità! La verdura deve deliziarci e al contempo fare bene, non deve avvelenarci! 
Ma ora mi fermo qua... La cosa positiva è che ieri sera la mia gattina è stata dimessa ma i suoi movimenti sono ancora disconnessi ed è possibile che restino danni permanenti di tipo neurologico, inoltre non si alimenta ancora in modo autonomo... Insomma; ringrazio tanto che si sia salvata ma non vi nascondo la mia preoccupazione, chi come me ha un cane, un gatto, o un altro animaletto come amico, sono sicura che comprenderà la mia tristezza... Voglio però essere fiduciosa e sperare che si possa riprendere del tutto o almeno parzialmente. Vi ringrazio tantissimo per il sostegno; su Facebook e su Instagram mi avete inviato tanti messaggi di incoraggiamento e avuto la conferma che non ho dei semplici "contatti" ma degli amici! Questo è il bello di non avere mai comprato followers :-) Vi ringrazio per i vostri messaggi di incoraggiamento, mi sono stati davvero di conforto. Vi aggiornerò sulle evoluzioni e per ora passo ad un altro argomento...
Per non farmi mancare niente, in questo periodo sto facendo diverse trasferte per una serie di eventi legati alle presentazioni del mio libro e progetti nascenti che vi rivelerò a breve. Di recente sono stata a Milano per la mia rubrica su Radio RAI 2 a "Miracolo Italiano", trasmissione condotta magistralmente da Lalaura (Laura Piazzi) e Fabio Canino. Nell'occasione ho consigliato una ricetta stagionale che vi lascio nel post; la frittata senza uova, a base di farina di ceci e spinaci (potete eventualmente sostituire questi ultimi con gli agretti o barba del frate); un'idea sana, gustosa e veloce per un secondo tutto vegetale ricco di proteine, adatta anche alle gite fuori porta della primavera. Visto che mi trovavo a Milano, ho approfittato per salutare un'amica che stimo tanto per il suo adoperarsi per il prossimo; sto parlando de La Pina, si proprio quella famosa della radio ;-) Questa volta è impegnata in un progetto in Swaziland, un remoto villaggio del Sud Africa con l'obbiettivo di raccogliere fondi e favorire così l’accesso alle bambine del villaggio, ai servizi di prevenzione e alle informazioni sulla salute riproduttiva per fermare principalmente la diffusione di HIV/AIDS, il paese sopracitato ha infatti un tristissimo record, visto che detiene il più alto tasso al mondo di persone colpite da questo virus... Se volete potete anche voi contribuire in prima persona, acquistando, sul sito di Space23 la t-shirt in edizione limitata #4SWAZILAND di Eron, pioniere del writing in Italia e nel mondo. I testimonial d'eccezione sono La Pina, Emiliano Pepe, Marco Materazzi e Sofia Viscardi. Importante dire che tutto il ricavato sarà interamente devoluto per la nobile causa. Progetto ambizioso ma di possibile realizzazione con il contributo di tutti. Di seguito vi lascio alcune foto e la ricetta "Miracolosa"...


Io e La Pina 

Compra la T Shirt #4SWAZILAND

Libro che sto leggendo. Consigliato! Se vuoi lo trovi qua

A Radio RAI 2 per la diretta con la mia ricetta "Miracolosa" ;-)


LA RICETTA




Ingredienti:
100 g di farina di ceci o farina di lenticchie (la farina di ceci avrà un aspetto più simile alla frittata classica)
1 pizzico di sale marino integrale
1 pizzico di curcuma
Erbe aromatiche qb (Io ho utilizzato rosmarino, erba cipollina, prezzemolo)...
200 g di acqua
150 g di spinaci pesati crudi
1 cucchiaio di Olio extra vergine
Pepe qb

Procedimento:
Mescola la farina con l’acqua, aggiungi spezie, sale ed erbe aromatiche e lascia riposare per almeno 1 ora (va bene anche se prepari la pastella al mattino per il pranzo o la cena). Ripassa gli spinaci in padella per tre minuti a fuoco vivo con un goccino di olio e aggiungi un pizzico di sale e pepe. Unisci gli spinaci alla pastella di ceci, versa 1 cucchiaio di olio extra vergine in una padella antiaderente in ottimo stato, quando sarà ben caldo trasferisci il tutto, poni un coperchio e cuoci cinque minuti per lato finché la superficie risulterà ben dorata… Ottima anche per farcire panini da portare in trasferta al lavoro, a scuola e in gita fuori porta. Una ricetta, veloce, gustosa, sana che (indovinate un po')?!? Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram 
Trovate il mio libro "Più Ricette Sane Meno Ricette Mediche" (Macro Edizioni) su Amazon , sul sito di Macrolibrarsi, in versione pdf su Gruppo Macro Grazie! :-D

martedì 7 marzo 2017

What I Eat in a Day #5 - Vegan Meals


Buongiorno! Come vi avevo anticipato sui Social, eccomi con un nuovissimo VIDEO “What I Eat in a Day”! Siamo esattamente al quinto e per l’occasione voglio proporvi tre semplici pasti, tutti salutari e gustosi. Per la colazione ho pensato di utilizzare delle piccole e dolcissime mele biologiche che con la loro grazia, adornavano una vecchia ciotola della nonna. Pranzo di sostanza con un bel piatto di pasta con funghi e una salsa deliziosa di anacardi, infine una cena leggera a base di verdure; Tempeh fumé, carote speziate, verdure e crocchette di cereali (fatemi sapere se vi interessa la ricetta di queste ultime). Spero che il video che ho realizzato vi sia utile e magari vi ispiri qualche nuovo piatto. Vi assicuro anche qualche colpo di scena nel backstage, ve lo dicevo che non sono esente da incidenti in cucina ;-) Ed ora vi lascio tutti gli ingredienti e i procedimenti nel dettaglio...



Colazione
Pane Integrale con Salsa di Mele Bio
Ingredienti:
2 fette di pane integrale tostato
3 piccole mele bio (o una mela grande)
1 scorza di limone bio
1 pizzico di sale marino integrale
1 pizzico di vaniglia naturale
1 goccio di succo di mela 100%

Procedimento:
Lava, asciuga e taglia le mele a cubetti, trasferiscile in un pentolino insieme alla scorza di limone, aggiungi il sale, la vaniglia, il succo di mela e cuoci per circa 10 minuti. Quando le mele saranno diventate tenere, frulla a immersione fino ad ottenere una salsa vellutata. Trasferisci in una ciotola e stendine un velo sul pane. La crema di mele si conserva in frigorifero all’interno di un contenitore per circa tre giorni e si può utilizzare anche per farcire torte o crostate.

Pranzo
Cavolo Cappuccio Arrosto
Ingredienti:
1/3 di cavolo cappuccio verde
1/3 di cavolo cappuccio viola
1 goccio di olio di sesamo 
1 pizzico di sale marino integrale
1 goccio di salsa di soia

Procedimento:
Taglia sottilmente il cavolo cappuccio e cuoci in forno per 20 minuti circa a 200° in modalità statico. In alternativa potete cuocere la verdura in padella aggiungendo un goccio di acqua e coprendo col coperchio.




Procedimento:
Fai dorare la cipolla con un goccio d’olio per 10 minuti circa poi aggiungi i funghi affettati e cuoci per altri 10 minuti, a fine cottura aggiungi un po’ di sale. Nel frattempo prepara la salsa. Versa gli anacardi in un contenitore, aggiungi l’aglio, la noce moscata, il sale, l’acqua e frulla a immersione fino ad ottenere una crema vellutata. Cuoci la pasta in acqua bollente leggermente salata e scolala al dente. Condisci con la crema di anacardi, unisci i funghi, mescola e trasferisci nei piatti poi aggiungi un goccio di olio extra vergine e una macinata di pepe. IL CONSIGLIO: conserva sempre un goccio di acqua di cottura, potrebbe essere utile nel caso la pasta risultasse un po’ asciutta.



Procedimento per le carote speziate:
fai rosolare le carote con l’olio di sesamo, unisci l’erba cipollina, il curry, la curcuma, il sale, l’acqua e fai cuocere col coperchio per 10 minuti circa fino a totale evaporazione dell’acqua. 

Procedimento per il tempeh fumé:
versa un goccio di olio in una padella antiaderente, aggiungi il tempeh, la paprica affumicata, il rosmarino e fai rosolare per qualche minuto. Unisci poi la salsa di soia e falla sfumare.

Se questo video e le ricette che vi ho proposto vi sono piaciute mettete un LIKE al video e se vi va iscrivetevi al mio canale yoututube. GRAZIE! Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette :-) e su Instagram 
Trovate il mio libro "Più Ricette Sane Meno Ricette Mediche" (Macro Edizioni) su Amazon , sul sito di Macrolibrarsi, in versione pdf su Gruppo Macro Grazie! :-D