Iscriviti a mipiacemifabene ;-)

Facebook

venerdì 4 luglio 2014

Girelle all'uvetta Reportage "Al Meni"


La girella con l'uvetta è da sempre la mia brioche preferita. Ma quella del bar è straunta e coperta di zucchero caramellato quindi decisamente malsana... Per quanto riguarda la qualità dei grassi utilizzati, quando "va bene" c'è burro ma, sempre più spesso, le paste dei bar e delle pasticcerie vengono preparate con margarina e grassi idrogenati perché hanno un costo più basso e a volte viene addirittura aggiunto lo strutto... Senza parlare della qualità degli zuccheri; nella maggior parte dei casi viene impiegato lo sciroppo di glucosio... Tutto ciò che contiene sciroppo di glucosio va lasciato dov'è perché è dannoso per la nostra salute; vale la stessa regola per i dolci confezionati del supermercato! Allora se vogliamo offrire ai nostri cari e a noi stessi un dolce sano per fare colazione o merenda siamo quasi costretti a farlo a casa riscoprendo che è anche piacevole e da tante soddisfazioni! Certo, non è che tutti i giorni abbiamo tempo e voglia di prepararci le brioche in casa però è bello sapere che volendo si può fare e che è più facile di quanto immaginiamo. Questa ricetta è filomacrobiotica infatti è preparata col lievito madre e non contiene zucchero, al suo posto ho aggiunto poco malto di riso anche perché l'uvetta dolcifica già tanto e gli zuccheri della frutta sono zuccheri amici e sono sempre da preferire a tutti gli altri! (Da non confondere col fruttosio che è uno zucchero tanto raffinato quanto lo zucchero classico ed è dannoso per la nostra salute). Queste buonissime brioches le ho preparate durante uno ShowCooking ad "Al Meni"; il circo mercato dei sapori e delle cose fatte con le mani e col cuore. Questa è stata la prima edizione ma visto il grande successo è destinata a crescere e a diventare uno degli eventi di spicco della primavera riminese. "Al Meni"è un remake in chiave gastronomica del capolavoro 8 e 1/2 di Federico Fellini. Proprio in Piazzale Fellini a Rimini, davanti all'ingresso del Grand Hotel ho proposto la mia versione di questa brioche buonissima e sana che ha riscosso molto successo. Le persone erano interessate e le domande fioccavano. E' sempre bello vedere nel pubblico persone di tutte le fasce d'età; da quelle giovanissime che vogliono imparare l'abc della cucina salutare e l'autoproduzione a quelle che desiderano migliorare le cattive abitudini e trovare alternative più sane :-) Anche se mi emoziona sempre stare davanti a tanto pubblico, sono felice di potere condividere i miei "segreti" di cucina con tutti i partecipanti :-) Per tutte/i le/gli appassionate/i di cucina sana vi ricordo che domani mi potrete trovare al borgo San Giuliano di Rimini alle 20:00 in punto, dove proporrò lo street food romagnolo per eccellenza; la piada farcita, rivisitandola in chiave Mipiacemifabene ;-) Quindi solo ingredienti sani, biologici non raffinati industrialmente ma nobili e 100% di origine vegetale! Vi aspetto :-) Ora torniamo alla ricetta delle nostre girelle all'uvetta; ecco tutti gli ingredienti nel dettaglio e le foto dell'evento...













Ingredienti:
100 g di pasta madre rinfrescata
la scorza di 1/2 limone
1 pizzico di sale marino integrale
1 pizzico di vaniglia in polvere
1 pizzico di curcuma
150 g di latte di riso (o altro latte vegetale)
50 g di olio di girasole
120 g di malto di riso
450/500 g di farina semintegrale (tipo 2)

Ingredienti per la farcia:
la scorza di 1/2 limone
120 g di uvetta
malto qb

Procedimento:
Metti a bagno l'uvetta. Trasferisci la pasta madre in una ciotola insieme alla scorza di limone, il sale, la vaniglia, la curcuma, il latte di riso, l'olio, il malto e sciogli bene il tutto. Unisci i 450 g di farina e impasta. Aggiungi eventualmente altra farina fino ad ottenere un impasto elastico e compatto ma morbido che non si attacchi alle mani. Stendi col matterello fino ad ottenere una sfoglia rettangolare della grandezza della teglia da forno disponi l'uvetta scolata e asciugata, spolvera con la scorza di limone e distribuisci un po' di malto facendolo colare a filo con una forchetta. Fai un bel rotolo e taglia delle belle fette di circa 4 cm, appiattisci leggermente le girelle e tresferiscile su una teglia foderata con carta da forno. Fai riposare per 6/7 ore e cuoci a 180° per 30 minuti circa. A cottura ultimata lascia raffreddare le girelle su una teglia sospesa. Puoi surgelarle o conservarle in un contenitore in frigo per 5 giorni e al mattino scaldarle leggermente in forno o in una padella, sono come appena fatte! La girella all'uvetta è squisita e sana, in altre parole Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter youtube per vedere tutte le mie video ricette e se vuoi puoi unirti alla mia pagina di gradimento facebook :-) Grazie! :-D



17 commenti:

  1. Posso sostituire la Pm con un cubetto di lievito di birra??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dea :-) Io non sono un'amante del lievito di birra ma puoi assolutamente utilizzarlo. Io utilizzerei un terzo di un panetto e lascerei lievitare a lungo 6/7 ore appunto in modo tale che il sapore particolare del lievito di birra sia poco presente però ammetto di non avere dimestichezza con quel tipo di lievito... Grazie per essere passata e buon weekend :-)
      Federica :-)

      Elimina
  2. Adorabili girelle!!!
    con queste sì che farei una gran colazione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eeheheh A chi lo dici Mari!!?! Io ne preparo una dozzina ogni volta ma ti assicuro che non durano 12 giorni ;-) :-D Ciao, grazie per la visita, a presto
      Federica :-)

      Elimina
  3. Che bella che 6..un'esplosione di positività :-D Ogni volta resto incantata dalle tue ricette e dalle tue parole..grazie cara di esserci <3

    RispondiElimina
  4. Sei favolosa... Lo sai vero? Queste girelle sono assolutamente perfette e io le adoro!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  5. Sono davvero eccezionali!!! Che profumino!!
    Buon fine settimana cara! :)

    RispondiElimina
  6. Ciao, grazie d'essere passata da me e di esserti fatta conoscere, che ricetta fantastica! Sai che la girella alle uvette e' anche la mia brioche preferita? Mi iscrivo tra i tuoi lettori per non perderti di vista! A presto e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  7. Semplicemente deliziose, Federica. Io, però, non mi sono ancora approcciata alla pasta madre, che, chissà perché, mi incute un po' di timore :)
    Mi sai dare la quantità del lievito di birra fresco con il quale sostituirla (sebbene mi renda conto che il risultato non sarà lo stesso...)
    Un abbraccio e grazie!
    MG

    RispondiElimina
  8. Sono bellissime e senza dubbio buonissime, soffici e dolci grazie a ciò che ci offre la natura ed alla maestria e sapienza delle tue mani...a quelle del bar non mi sono mai avvicinata per i motivi che hai spiegato a inizio post, ma a queste non potrei proprio resistere! Sei fantastica :) Un bacione :*

    RispondiElimina
  9. Grande! Ma non eri emozionata??? Queste vanno di diritto nella lista dei dolcini da fare...lievito madre, niente zucchero, materie prime di qualità!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  10. Ciao! Le tue girelle sono in procinto di essere infornate, e promettono proprio bene...io però ho fatto un po' a modo mio, nel senso che per questione di tempi ho lasciato la palla a lievitare per 5 ore e poi ho formato le girelle e le ho fatte rilievitare per altre 3 ore, inoltre ho usato metà farina integrale e metà farro bianca (era un'operazione "svuota sacchetti" ;-)
    Mi sai dire (anche se mi rendo conto che ormai è tardi, ne terrò conto per la prossima volta) se è meglio usare il forno in modalità statica oppure ventilata? Quando si tratta di dolci di piccole dimensioni ho sempre questo dubbio amletico :-)
    Ciao, e grazie per questa bella ricetta!
    Federica

    RispondiElimina
  11. Fede sono meravigliose le tue girelle..sei troppo brava!

    RispondiElimina
  12. Complimentiiii sei bravissima! E le tue girelle sono da leccarsi i baffi! Grazieee
    ti abbraccio
    ciaoo

    RispondiElimina
  13. Fatte le girelle,piaciute tanto,grazie mille per tutte queste ricette sane e buone.GRAZIE!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te! Contenta che ti siano piaciute :-)

      Elimina