Iscriviti a mipiacemifabene ;-)

Facebook

mercoledì 9 ottobre 2013

Zuppa Zen con spaghetti di radice


Una zuppa leggera a base di verdura; il modo migliore per aprire un pasto. Oggi però voglio presentarvi questa mia versione, una piatto povero, all'insegna del recupero per ottimizzare al massimo e guadagnare in salute e nel portafoglio :-) Eh si, perché anche se non tutti lo sanno, del porro non si butta via proprio niente! La parte bianca è la più delicata, dolce e tenera e si può utilizzare anche per brevi cotture, le foglie verdi sono indicate per passati di verdure e richiedono qualche minuto in più di cottura... E le radici? Perchè mai buttarle? Il loro aspetto ricorda gli spaghetti di riso tanto usati in piatti cinesi ma nel nostro caso non avremo carboidrati raffinati bensì solo vitamine e tanto gusto in più :-) Ecco gli ingredienti che servono per preparare la ricetta del giorno...






















Ingredienti:
le radici di 3 porri
2 carote
1 cipolla
1 pezzo di alga kombu
2 cucchiai di salsa di soia
1 cucchiaio di olio evo
800 g di acqua
1 cipollotto fresco (solo la parte verde)
peperoncino rosso qb
pepe qb

Procedimento:
Lava bene le radici di porro per eliminare la terra, sciacqua l'alga Kombu e unisci in pentola a pressione insieme all'acqua, 1 cucchiaio salsa di soia e un pizzico di sale marino integrale. Fai cuocere per 15 minuti dal momento del soffio. Nel frattempo taglia la cipolla e spazzola le carote sotto l'acqua corrente, tagliale a listelli e poi in diagonale per dare al piatto una nota orientaleggiante, mettile in una padella con l'olio e 1 cucchiaio di salsa di soia. Fai saltare a fiamma vivace per 5 minuti circa. Elimina la pressione nella pentola e unisci tutte le verdure. Fai cuocere altri 5 minuti dal momento del soffio. Distribuisci la zuppa in tre ciotole, aggiungi la parte verde del cipollotto fresco, il pepe, il peperoncino e se vuoi un pò di zenzero fresco grattugiato. Buono e sano! In altre parole Mipiacemifabene ;-) Ciao, alla prossima ricetta! Federica :-) www.mipiacemifabene.com Puoi trovarmi anche su facebook Twitter e se vuoi puoi unirti alla mia pagina di gradimento facebook :-) Grazie! :-D

Considerazioni:
Utilizzate le radici del porro per realizzare un vero e proprio piatto del recupero e non comprate i porri appositamente per questa ricetta altrimenti rischierete di sprecare il resto dell'ortaggio ;-) Questo vuole essere solo uno spunto per ottimizzare al massimo i buoni e sani ingredienti di stagione. La mia nonna utilizzava le radici per insaporire i brodi e le minestre ed è una cosa che mi ha sempre affascinato poi ho visto una ricetta preparata con le radici a Geo & Geo e adesso che i porri sono al massimo del loro splendore mi sono decisa a fare il grande passo! Come vedete ho cercato di rimanere in tema utilizzando anche la parte verde del cipollotto che di solito viene buttata. Nessuno vi vieta di apportare variazioni a seconda di quello che la vostra dispensa vi propone ma possibilmente ricordate di utilizzare solo ingredienti di origine vegetale e biologici. Mipiacemifabene ;-)



32 commenti:

  1. ciao!! in un altra tua ricetta su vb avevi già usato la radice del porro ed ero rimasta affascinata! ma il problema è pulirle! ci ho provato ma è proprio difficile! mi resta comunque macchiata e i fili tutti "accartocciati"... c'è un sistema per pulirle bene senza impazzire?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona :-) le radici si usano da tanto tempo ma oggi come oggi sembra un'idea originale :-) Io non ho problemi a lavare le radici... Certo bisogna lavarle bene perchè c'è della terra da eliminare. Io le metto a bagno e faccio 3 lavaggi circa.

      Elimina
    2. Ciao Simona :-) grazie per essere passata :-). A presto!
      F*

      Elimina
  2. Leggendo il titolo ho detto: "Solo sta donna può andar a pescare degli spaghetti di radice!!" Poi ho lettoil resto.... Te lo posso dì che sei un genio??? Un bascio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero, Patty! Federica sei un G E N I O !!!

      Elimina
    2. Patty Patty! Marina dal Mare! Grazie mille care!!!! Non sono la prima ad avere utilizato le radici di porri... Adesso che ve l'ho detto spero di non perdere il titolo di "genio" ;-) un bacionissimo a entrambe!
      Smack!
      Federica ;-)

      Elimina
    3. quest'atto di sincerità ti onora ancor di più!! bacio

      Elimina
  3. Alga, soia, radici di porro???????!!!!!!!!!!! Tu mi incanti!!! E davvero si possono mangiare le radici del porro? Che meraviglia Federica, grande davvero! Adoro questa zuppa. Adoro te ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesorina!!!! Grazie <3 certo che si possono mangiare le radici di porro! Me lo ha insegnato mia nonna nei suoi racconti profondi e intensi di povertà e guerra e avevo visto tempo fa a geo & geo una rubrica di ecocucina che parlava proprio di come utilizzare le varie parti delle verdure e ne sono rimasta affascinata :-) Ieri una mia amica mi ha raccontato di una ricetta giapponese del recupero e spero di riuscire a proporla presto anche se rivisitata :-) un bacione belessa e a presto!
      F*

      Elimina
  4. Ma dai Fede :D sai sempre come stupirci!!!! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cesca :-) non ho inventato niente ma mi fa piacere che ti piaccia :-) ;-) un bacione e apresto
      Federica :-)

      Elimina
  5. non ti smentisci mai!ma pensa te che idea che hai avuto.troppo forte.
    ciao fede, un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieeee! Non posso prendermi tutti i meriti, le radici si utilizzano da sempre è che al supermercato non trovi porri come questi e magari non viene proprio in mente alla possibilità di cucinare le radici visto che non ci sono ;-) Comunque grazie ancora ;-) Ti passo a trovare prestopresto!
      ps: Ti ho anche pensata perchè stamattina stanno germogliando gli alfa alfa ;-) Kiss
      Federica :-)

      Elimina
  6. Questa proprio non la sapevo, c'è sempre da imparare da te. Grazie e buona serata

    Ti seguo su bloglovin

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Giovanna :-D il fatto è che, come dicevo a Parole Vegetali al supermercato non trovi porri come questi e magari non viene proprio in mente la possibilità di cucinare le radici visto che non ci sono ;-) Comunque grazie, i complimenti si ricevono sempre molto volentieri! Ciao a presto
      Federica :-)

      Elimina
  7. Ciao Federica, ho scoperto la tua pagina attraverso il blog di Erica La cuocherellona e mi sono incantata! complimenti ricette meravigliose. Condivido con te la stessa filosofia che sta alla base della tua cucina e degli ingredienti che scegli. ti seguirò con piacere ed interesse. Se hai voglia passa a trovarmi nella mia pagina, sarei felice di scambiare con te consigli e suggerimenti.
    un caro saluto
    Angela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela! MI sono iscritta ai tuoi lettori fissi solo che non posso lasciare messaggi a meno che non mi iscriva a google + Chiedi aiuto a Erica, se non sbaglio anche a lei era capitata la stessa cosa! Grazie per avermi trovata :-D A prestissimo!!!!
      Federica :-)

      Elimina
  8. Che bella questa ricetta, me la sono pinnata e prima o poi la farò! Ho sempre usato anche la parte verde del porro, ma alle radici non ci avevo proprio pensato, il problema è che spesso i porri in vendita sono stati ripuliti e le radici non ce le hanno più, proprio stamani sono andata al super e non ce ne era uno con le sue radici :( Vabbè,magari provo con le radici dei cipollotti! Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Costanza :-) grazie! Infatti io i porri con le radici li trovo solo dalla mia coltivatrice diretta. Al supermercato non credo proprio si trovino così. Le radici dei cipollotti invece le ho sempre trovate un pò disidratate e non ho mai provato ad utilizzarle... Ancora grazie per la visita e a presto!

      Elimina
  9. Ciao Fede..caspita sei riuscita a sorprendermi.. Sono una gran "riciclona", non butto via nulla.. ma le radici di porro proprio non le ho mai usate!!! Sorprendente.. La prossima volta terrò in considerazione anche loro!!!.. Grazie!!
    a presto,
    Barbara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eheheheh visto che roba Barbara!?! ;-) Anch'io sono affascinata dall'idea dello spreco zero e cerco di mettere in pratica il più possibile :-) grazie per essere passata, a presto!
      Federica :-)

      Elimina
  10. Ciao Fede! Felice di essere entrata nel tuo blog, un paese delle meraviglie! Amo i porri, e pensavo di non sprecare nulla cucinando la parte chiara e quella verde.. ma non avevo mai considerato le radici.. non immaginavo si potessero cucinare! E' bello quando scopriamo qualcosa di nuovo, non vedo l'ora di sperimentare questo piatto! grazie per aver condiviso, tornerò senz'altro a trovarti :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille a te! Sono contenta che ti sia piaciuta la ricetta :-) ci vediamo prestissimo! Un abbraccio
      Federica :-)

      Elimina
  11. Grazie per la condivisione!

    http://restaau.it/Browse/miglior-ristoranti-italiani-a-roma.html

    ristoranti italiani

    RispondiElimina
  12. Ottima ricetta, ideale per affrontare l'inverno ormai alle porte!

    RispondiElimina
  13. Grazie Franco! Io sono la donna delle zuppe... L'ultima l'ho mangiata ieri sera. Io le adoro anche in estate, magari in modalità tiepida o fredda ma non riesco proprio a resistergli ;-) ciao, è sempre un piacere vederti :-) a prestissimo!
    Federica :-)

    RispondiElimina
  14. ma che meraviglia!!!
    di solito le radichette di porro le faccio croccanti, ma spacciarle per spaghettini mi sembra una furbata! :)
    proverò sicuramente!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Veramente ne lasci croccanti?! Io ho provato a farle ma risultano

      Elimina
  15. Un pó stoppose... Scusa ma mi è partito il messaggio per errore :-)

    RispondiElimina
  16. essendo radichette il piatto non viene proprio raffinato :)
    io le passo in padella con un filino d'olio e poi aggiungo pochina acqua che faccio asciugare.
    rimangono ben sostenute :) e le uso però solo come decorazione...

    la tua idea sicuramente è più fantasiosa, prossima volta proverò questi spaghettini ;)
    cristina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristina .-) A me alletta molto l'idea di cucinarle saltate in padella ma quando ho provato le ho trovate un pò difficili da mangiare anche se il sapore e l'estetica erano davvero invitanti! Poi ho provato a cuocerle di più e ho capito che con la pentola a pressione rimangono più tenere. Studiamo un altro pò chissà che non troviamo un'altra buona soluzione !? ;-) Ciao a presto e grazie per essere passata .
      Federica :-)

      Elimina